Giornata dell’economia, Bianchi: “l’espansione cinese è un’opportunità per l’Italia” – INTERVISTE

Quali sono le opportunità per l’Italia nell’economia globale? Questa domanda ha fatto da filo conduttore alla 14esima giornata dell’economia, organizzata dalla Camera di Commercio – con numerose collaborazioni – nell’aula magna della Facoltà di giurisprudenza di Ferrara. La crisi non è ancora superata, ma il nostro Paese ha le potenzialità per reggere la competizione mondiale. Sandro Gozi, sottosegretario alla presidenza del consiglio, ha elencato gli obiettivi del governo.

Il governo – ha detto – ha reso nuovamente l’Italia un interlocutore credibile in Europa. Ha ottenuto dalla Commissione Europea una flessibilità finanziaria che vale circa 30 miliardi in due anni, che saranno utilizzati per investire e per ridurre la pressione fiscale.

Sul versante delle azienda, si lavora per l’aggregazione tra imprese – reti, distretti, ma anche per sostenere il più possibile l’export, che sta andando moltyo bene e può andare ancor meglio.

L’Italia, e l’Emilia Romagna, possono diventare partner importanti per la grandi economie in espansione, come quella cinese.

La Cina – ha spiegato il prof,. Patrizio Bianchi, economista dell’ateneo di Ferrara e Assessore a Università e lavoro della Regione Emilia Romagna – sta cambiando le proprie politiche economiche. Dopo il periodo della forte accelerazione, adesso è venuto il momento del consolidamento. La Cina ha bisogno di investire nel mondo, e di esportare tecnologie. Ma ha bisogno anche di grande qualità e capacità applicativa: l’Italia storicamente ha questo e potrebbe quindi diventare un partner importante per la Cina.

Quanto all’innovazione, resta fondamentale la richiesta avanzata dalle piccole e medie imprese. Ricerca e innovazione sono importanti, ma vanno incentivate.

Per Fausto Cacciatori, vicepresidente di CNA, “lo sviluppo e la ricerca vanno sostenuti con risorse e incentivi, anche fiscali, se si vuole veramente andare incontro alla piccola e media impresa”.

Un territorio si sviluppa se ha un’imprenditoria diffusa, capace di creare ricchezza e posti di lavoro” ha concluso Paolo Govoni, presidente della Camera di Commercio di Ferrara

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
140 queries in 1,220 seconds.