I primi pazienti a Cona

E’ un impiegato di 57 di Zocca di Ro ferrarese il primo paziente arrivato stamattina a Cona. L’uomo, che era stato ricoverato lo scorso venerdì nel reparto di medicina interna universitaria del vecchio Sant’Anna di Corso Giovecca, è stato così il primo a varcare la soglia del nuovo ospedale, giungendo nella camera calda del pronto soccorso, a bordo dell’ambulanza, alle ore 8.50.  Bariani, che lavora al polo biomedico, ai giornalisti ha spiegato di non essersi mai interessato alle vicende e alle polemiche legate al polo ospedaliero di Cona, ma di essere comunque soddisfatto del suo completamento. Ad attenderlo, già dal primo mattino, c’era l’equipe della medicina interna universitaria.

I pazienti arrivati a Cona (alcuni sono giunti anche con il pullmino subito accompagnati in reparto con le seggette) sono stati 32, un numero inferiore rispetto a quello comunicato ieri dall’Azienda. Un ricoverato è deceduto nella notte, altri due, dopo le opportune visite mediche, sono stati trasferiti nella medicina di alta rotazione e alla Salus. Nella nuova struttura i pazienti hanno pranzato e ricevuto le visite dei familiari. Pochi minuti prima dell’arrivo del primo paziente, nella zona del Triage si è sentito male un tecnico di laboratorio, dipendente del S.Anna. L’uomo, che già nella notte aveva accusato qualche problema cardiaco, è stato subito soccorso dagli operatori del 118, trasportato al Pronto Soccorso del S.Anna e dimesso nel pomeriggio. Il reparto verrà trasferito a Cona a fine mese e sino a quel momento le urgenze saranno trattate in Corso Giovecca. Domani verranno trasferiti i pazienti di altri tre reparti: gastroenterologia, malattie infettive e geriatria. Serviranno invece ancora alcuni mesi per il funzionamento della camera mortuaria di Cona. La giunta comunale oggi ha firmato con il S.Anna una convenzione per affidare ad Amsefc il servizio di trasporto salme dal nuovo ospedale alla camera mortuaria di Via Fossato di Mortara. A Cona la morgue verrà attivata solamente al termine del trasferimento delle attività sanitarie.

[flv image=”http://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/05/arrivo.jpg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120508_01.flv[/flv]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,520 seconds.