Idrovia a rilento: gli intoppi della burocrazia – VIDEO

Idrovia ferrarese: “La burocrazia sta bloccando i lavori”.

E’ l’accusa del direttore di Assonautica Ferrara, Paolo Dalbuono, che lancia un appello alle istituzioni e alla politica affinché dia un forte impulso ad una infrastruttura importante, non solo per Ferrara e la sua provincia.

L’obbiettivo è quello di rendere navigabile il tratto del Po che va da Pontelagoscuro fino al mare Adriatico alle navi commerciali di medie e grandi dimensioni ma il progetto procede a rilento. Stiamo parlando dell’idrovia ferrarese, un percorso di circa 70 km che attraversa il territorio estense e la città di Ferrara, e che in 15 anni di progettazione e lavori ha registrato fasi di realizzazione alternate a fermi e blocchi.

Il corso dell’asta fluviale interessato dai lavori ha inizio dalla Conca di Pontelagoscuro, oltrepassa la città di Ferrara e si immette, attraverso la pianura e le Valli di Comacchio, nel Mare Adriatico che bagna Porto Garibaldi e Lido degli Estensi. Ma a bloccare i lavori, spiega Paolo Dalbuono, Direttore di Assonautica, è sopratutto la burocrazia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
137 queries in 1,483 seconds.