‘Igor’, processo d’appello: chiesta conferma dell’ergastolo

“Abbiamo visto ghignanti sorrisi sparire al cospetto del tunnel carcerario dal volto di tanti analoghi e feroci assassini. Fatalmente accadrà anche per costui che mai, dico mai, ha speso mezza parola di rimorso per quanto fatto e di rispetto per le persone del tutto incolpevoli verso le quali si è autopromosso feroce carnefice”.

E’ un passaggio della requisitoria del sostituto procuratore generale Valter Giovannini, che ha chiesto alla Corte di assise di appello di Bologna la conferma dell’ergastolo per Norbert Feher alias ‘Igor il russo’, accusato degli omicidi del barista Davide Fabbri e del volontario Valerio Verri e del tentato omicidio dell’agente provinciale Marco Ravaglia, tra l’1 e l’8 aprile 2017.

Il processo si tiene nell’aula Bachelet della Corte. L’imputato è in Spagna, dove venne arrestato a dicembre 2017 dopo 8 mesi di latitanza. “Fate spegnere lentamente, applicando la legge, quel ghigno nei prossimi lunghi decenni che Igor passera’ in carcere”, ha aggiunto il pg.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,513 seconds.