Il direttore marittimo dell’E-R in visita a Porto Garibaldi

stampa 2

L’Ufficio Circondariale Marittimo di Porto Garibaldi ha ricevuto la visita ufficiale del Capitano di Vascello Giuseppe Meli, Direttore Marittimo dell’Emilia Romagna e Comandante della Capitaneria di Porto di Ravenna.

Il comandante Meli, che era già stato ricevuto a Porto Garibaldi lo scorso ottobre, a pochi giorni dall’assunzione del nuovo incarico di Comandante della Zona Marittima emiliano-romagnola, in occasione della firma del Port Facility Plan dell’impianto portuale “Squero” per l’approdo della nave passeggeri Deutschland, ha voluto farvi ritorno per incontrare personalmente tutti i rappresentanti di categorie, tra cui quelli delle Cooperative Locali della Pesca, delle Associazioni Bagnini e delle Cooperative degli Stabilimenti Balneari dell’intera fascia litoranea comacchiese.

A fare gli onori di casa il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo, il Tenente di Vascello Tommaso Pisino che ha accolto il Direttore Marittimo e con questi ha ricevuto gli operatori di settore, per un confronto dialettico propositivo e costruttivo, mirato ad ascoltare le esigenze rappresentate dalle diverse categorie e tracciare con esse le linee d’azione per il prossimo futuro.

A seguire, il Comandante Meli, accompagnato dal Comandante Pisino, ha fatto visita al Sindaco del Comune di Comacchio – Dott. Marco FABBRI, presso la sedeStampa Comunale nel centro cittadino, circostanza anch’essa di prezioso confronto tra l’Amministrazione Marittima e quella Comunale, con la finalità di addivenire ad un impegno congiunto negli interessi della collettività marittima e di tutte le attività ad essa connesse, su cui si fonda l’economia locale.

Al termine dei diversi incontri, il Direttore Marittimo si è dichiarato soddisfatto di quanto sin qui fatto ma, soprattutto, fiducioso per il futuro, affermando che «l’Autorità Marittima farà quanto nelle proprie possibilità per garantire un livello d’attenzione costantemente elevato sulle problematiche e sulle criticità rappresentate dai locali ceti marinari, assicurando loro, altresì, grazie all’impegno del locale Ufficio Marittimo ed il prezioso supporto delle Amministrazioni a vario titolo coinvolte, la massima vicinanza per la risoluzione delle difficoltà riscontrate e l’ottimizzazione degli sforzi profusi da tutti i soggetti coinvolti per il buon andamento dell’intera area marittima e delle diverse attività che ivi vi insistono».

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,362 seconds.