Il punto su Cona: guasti e cartelli

Il direttore generale dell’azienda Ospedaliera S. Anna, Gabriele Rinaldi, fa il punto sulla situazione Cona, a quasi due mesi di tempo dall’entrata nel nuovo polo ospedaliero del primo paziente.
Sono ormai vicine a soluzione, ha spiegato Rinaldi, le difficoltà legate a due apparecchiature mediche di primaria importanza: la TAC – quella mobile portata a Cona aveva subito dei guasti – e l’angiografo per l’emodinamica d’urgenza.

Intanto si ragiona sulle modifiche da apportare alla segnaletica interna, insufficiente per ammissione stessa di Rinaldi: gli spazi a Cona sono organizzati con logiche molto diverse rispetto al vecchio S. Anna di Corso Giovecca.

Rinaldi ha anche fornito una serie di dati sul costo sostenuto avere il nuovo polo ospedaliero: complessivamente, si parla di 299.267.953 euro, per una struttura di 186 mila metri quadri,  per 669 posti letto di degenza ordinaria.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=54cc9862-7e57-4cfd-86ef-84104d89b1f0&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
136 queries in 1,638 seconds.