Daspo urbano: niente GAD per due anni per presunto spacciatore – VIDEO

Per due anni un cittadino nigeriano, più volte arrestato per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio, non potrà entrare in una serie di locali pubblici della zona GAD di Ferrara, né potrà trovarsi nelle loro immediate vicinanze.

Lo ha deciso il questore di Ferrara Antonio Sbordone, applicando per la prima volta il cosiddetto DASPO Urbano, un nuovo strumento normativo introdotto con un decreto legge del febbraio 2017 e convertito in legge in parile.

 

 

Il provvedimento è stato assunto a carico di un nigeriano arrestato dalla Squadra Mobile della Polizia di Stato il 10 maggio scorso per detenzione a fini di spaccio di stupefacenti: l’uomo aveva già subito precedenti arresti. Il DASPO prevede il divieto nei confronti del nigeriano di frequentare locali di Zona Stazione, Piazza Cartellina, via Nazario Sauro e via Cesare Battisti. Secondo la questura, il nuovo provvedimento legislativo è in grado di dare nuovo slancio ai servizi di controllo del territorio, con risultati importanti in termini di prevenzione del crimine. Da qui la decisione di farne uso assunta dal questore Sbordone.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
131 queries in 6,128 seconds.