Il S. Giorgio a Cona? Il sondaggio di Telestense

09 san giorgio

E’ un centro di alta specializzazione nel campo della riabilitazione ed è Hub regionale nel campo del recupero delle cerebrolesioni acquisite.

Negli anni ha acquisito un’autorevolezza di spessore nazionale tanto che nomi importanti del cinema e della musica, come Federico Fellini e Gianni Bella hanno scelto di curarsi proprio al S. Giorgio, che è ubicato alla periferia della città, all’interno di quella che è più conosciuta come Casa del Pellegrino.

Una struttura che da ieri torna a far discutere per come funziona e per la sua ubicazione. Il dibattito lo ha aperto Cgil – il settore della Funzione Pubblica – che ieri ha reso pubblica la sua idea scendendo in piazza con una campagna di volantinaggio.

Cgil ritiene che il S. Giorgio debba trasferirsi a Cona perché oggi non è sufficiente ai bisogni dei ferraresi che al Sant’Anna non possono contare su un servizio adeguato di riabilitazione.

Il San Giorgio inoltre, sostiene sempre Cgil, in tempi di vacche magre come questi per le casse pubbliche, viene a costare di più, visto che qualsiasi esame di un paziente che si trova ricoverato nel centro di riabilitazione, dovendo essere fatto a Cona richiede il trasporto in ambulanza.

Questa la posizione di Cgil sul S. Gorgio. Una posizione che ci ha spinto Telestense ad aprire un sondaggio che si rivolga a tutti i ferraresi che vogliono esprimere loro opinione sul tema.

Basta andare sulla nuova piattaforma multimediale del sito web, wwwTelestense.it e con un semplice click del vostro mouse potrete dire la vostra su un tema che fa parte delle scelte future del nostro territorio.

%CODE%

2 Commenti

  1. Luciano Lazzerini says:

    Sarebbe meglio che l’osceno ospedale di Cona si trasferisse lui al San Giorgio.Nessuno lo voleva solo ottusi politici che andando contro la volonta’ dei cittadini di Ferrara e provincia la costruito,causando disagi a tutti specialmente agli anziani.Gli stessi operatori sanitari sono nauseati.Per apparire (e fare interessi privati)la nostra sanita’e’ costretta a lavorare con disagio .Tagliati tanti fondi,lavorano con difficolta’ e c’e’ un fuggi fuggi di operatori eccellenti verso altri lidi.Bastava collegare il vecchio Sant’Anna con la vecchia caserma abbandonata in maniera sotterranea (tipo Sant’Orsola e Malpighi a Bologna) e avevamo un ospedale eccellente con 500 parcheggi in piu’ assieme ad altri posti letto.Si sarebbe speso poco e quindi c’era poco da mangiare,poi bastavano solo due o tre anni per costruirlo.Poveri ferraresi…

  2. TAGLIAVINI ANGELA says:

    Sono d’accordo con quanto riportato da Luciano Lazzarini.
    Il S. Giorgio deve rimanere dov’è.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,139 seconds.