Il Soroptimist Ferrara al traguardo dei 50 anni

Una storia che guarda al futuro, questo il senso dell’amarcord con cui le soroptimiste ferraresi hanno celebrato questa mattina a Palazzo Costabili, sede del Museo archeologico nazionale, il 50° anniversario di fondazione. Dopo il saluto delle autorità, gli interventi della presidente del club estense, Camilla Segre e della Presidente nazionale, Flavia Pozzolini.

“Le donne cambiano il mondo” è il logo con cui il Soroptimist Club di Ferrara si è presentato in questi giorni alla città in occasione del 50° anniversario di fondazione. Questa mattina a Palazzo Costabili, sede del Museo archeologico nazionale, per il 50° anniversario di fondazione, hanno portato il loro saluto, il prefetto, Provvidenza Raimondo, il sindaco, Tiziano Tagliani, la vicepresidente della Provincia, Carlotta Gaiani e il rettore dell’ateneo estense, Pasquale Nappi. Un saluto non formale, ma soprattutto la testimonianza, ha detto il sindaco, di una città e di una provincia che oggi vede al vertice di numerose Istituzioni, proprio le donne.

A dare il senso di questi 50 anni , la presidente del club estense, Camilla Segre, che ha rievocato le attività del club e i mutamenti intervenuti nel corso di mezzo secolo nella società italiana e nell’associazionismo femminile. Cinquant’anni fa a fondare il club fu AnnaMaria Boari Ghe, soroptimista bolognese, chiamata a Ferrara da un gruppo di donne attive bnelle professioni, desiderose di partecipare al movimento internazionale di emancipazione sociale delle donne, avviato agli inizi del ‘900 negli Stati Uniti dal Soroptimist international.

A ricordare gli ideali soroptimisti la Presidente nazionale, Flavia Pozzolini, che ha sottolineato il passaggio da un’azione silenziosa e discreta dei club soroptimist ad un’azione sempre più concreta e a largo raggio, come sottolinea lo slogan del suo biennio “Diritti per le donne, donne per i diritti”. Fra le numerose soroptimiste provenienti da ogni parte d’Italia, anche la past president, Wilma Malucelli e Teresa Gualtieri Garcea, rappresentante del Soroptimist Italia nella Commissione ministeriale per le Pari Opportunità. Ma la festa del club è cominciata ierisera , dove all’Istituto alberghiero Orio Vergani, si è svolto il cocktail di benvenuto, con un assaggio dei prodotti tipici ferraresi, preparati con la solita maestria dai docenti e dagli studenti della scuola.

Oggi dopo il convegno e la proiezione del video sugli ultimi anni del club e i suoi principali service, la visita al museo guidata dalla direttrice, Caterina Cornelio, quindi il concerto del pomeriggio al Teatro Comunale. In serata la cena di gala. Una festa che continuerà domani mattina con il percorso attraverso la città, vista attraverso lo sguardo dei grandi registi italiani.

[flv image=”http://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/04/04soroptimist-300×225.jpg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120414_04.flv[/flv]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
139 queries in 1,111 seconds.