San Bartolomeo, giovane perde la vita nella notte

Ancora pochi metri e sarebbe stato a casa Giorgio Venieri, il giovane di 32 anni che questa notte ha perso la vita in un incidente stradale. Abitava poco lontano dal tratto di strada di San Bartolomeo dove è stata trovata la macchina da un passante, questa mattina poco prima delle 8.

L’incidente probabilmente è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato e non ha coinvolto altre vetture. Venieri, non si sa ancora se per la perdita del controllo dell’auto o per un malore, è finito nel canale di scolo vuoto dall’acqua che costeggia via Masi, la strada che attraversa San Bartolomeo in Bosco.

Il giovane avrebbe perso la vita sul colpo ma i soccorritori lo hanno trovato solo diverse ore dopo. Il 32enne, originario di Bentivoglio nel bolognese ma residente da poco a San Bartolomeo, di mestiere faceva l’idraulico. Sul posto sono intervenuti i soccorritori del 118, i vigili del fuoco e i vigili urbani di Ferrara che stanno ricostruendo l’accaduto.

“Si allunga la lista dei  morti sulle nostre strade”. A dirlo Luigi Ciannilli, il presidente del comitato per la sicurezza stradale “Paglierini”, che lamenta un “silenzio assordante” da parte degli amministratori preposti alla sicurezza stradale.

Per Ciannilli le vittime della strada sono in aumento rispetto all’anno scorso, 28 rispetto ai 21 dello stesso periodo del 2011. “Di fronte a questi dati”, sostiene, “anziché aumentare l’attenzione al problema e la prevenzione, si continua a  dormirci sopra”.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=1b6e9bbd-d658-486d-be93-4169818cb95f&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

 

One Comment

  1. Si allunga e aumenta la lista dei morti sulle nostre strade, mentre permane il letargo dell’OSSERVATORIO PROVINCIALE della SICUREZZA STRADALE e il silenzio assordante degli Amministratori preposti.

    28 MORTI quest’anno rispetto ai 21 dello scorso anno.

    La Provincia di Ferrara ha fatto scorrere la settimana scorsa un messaggio su uno dei pannelli a messaggi variabili posti sulla Copparo – Ferrara, in cui si indicava il numero degli incidenti avvenuti in Italia nel 2011: 277.000.

    Vogliamo ricordare a chi non lo sapesse (e ai distratti per professione) che l’anno prima – 2010 – furono 211.000. Un aumento del 31%!!! E di fronte a questi dati (Istat) anzichè aumentare l’attenzione al problema e la prevenzione, si continua a …dormire.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
142 queries in 1,829 seconds.