Istat: tre milioni di donne molestate

Sarebbero oltre 3 milioni le donne che hanno subito qualche forma di molestia sessuale negli ultimi 3 anni e oltre un milione quelle che, nel corso della vita, sono state vittima di ricatti sessuali sul luogo del lavoro.

Sono alcuni dei dati emersi dal report Istat “Le molestie e i ricatti sessuali sul lavoro”, realizzato negli anni 2015-2016.

Un tracciato preoccupante non solo per i numeri ancora molto alti, ma soprattutto perchè tuttora spesso si ha paura di denunciare.

Se da un lato i dati sulle molestie sessuali risultano in calo negli ultimi vent’anni, sembrano essere stabili i ricatti sessuali sul lavoro.

In percentuale, le molestie verbali ed il pedinamento sono i reati che rappresentano quasi il 50% dei casi, mentre – oltre ad esibizionismo, molestie fisiche e telefonate oscene – crescono quelle via social network.

E ad esserne vittima, seppur in maniera minore, sono sempre più spesso anche gli uomini.

Numeri a parte, anche la cronaca recente conferma che il problema delle violenze resta ancora estremamente alto: dai casi di Pamela e Jessica, al processo nei confronti delle due ragazze statunitensi violentate da due carabinieri, a molti altri casi forse meno noti, evidenziano la necessità di alzare la voce e ribellarsi a questi drammi, spesso consumati nell’anonimato di un contesto familiare.

Tags:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,626 seconds.