Lavoro: futuro nero per la Lamborghini Calor di Dosso

lamborghini-calorIeri il tavolo di salvaguardia occupazionale a Roma presso il Ministero dello Sviluppo economico dove è stata annunciata l’intenzione del gruppo di cedere il ramo d’azienda.

L’assessore regionale Palma Costi: “Per noi resta prioritario l’obiettivo di garantire l’occupazione e il la produzione nel territorio ferrarese”.

“Restiamo preoccupati poichè gli investimenti e le azioni concordate poco più di un anno fa con l’azienda per il sito ferrarese Lamborghini Calor di Dosso non sono stati realizzati, così come hanno confermano i sindacati”.

È il commento dell’assessore regionale alle Attività produttive, Palma Costi, in merito all’esito del tavolo di salvaguardia occupazionale per il Gruppo Ferroli, che si è svolto ieri a Roma su richiesta della stessa Regione Emilia-Romagna, nella sede del Ministero dello Sviluppo economico. Il Gruppo Ferroli ha sedi oltre che in Emilia-Romagna, con il sito Lamborghini Calor di Dosso, nel Comune di Terre Del Reno, in Veneto e Piemonte.

“Durante l’incontro- ha aggiunto l’assessore Costi- ci è stata comunicata l’intenzione di cedere le attività presenti nello stabilimento Lamborghini Calor di Dosso. Questo scenario è profondamente diverso da quello concordato non meno di un anno fa. La Regione ha dato la propria immediata disponibilità a supportare e seguire una cessione di ramo d’azienda, purché eventuali acquirenti siano in grado di garantire la continuità produttiva e salvaguardare l’occupazione. Tutto questo con l’obiettivo di mantenere attivo il sito di Dosso per i benefici, diretti e indiretti, che ha per il territorio ferrarese”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
129 queries in 1,070 seconds.