Il lavoro stagionale turistico al centro di un protocollo

incontro lavoro stagionale 18 aprile 2018Incontro di confronto e progettualità dedicato al lavoro stagionale.

Questo l’incipit che ha dato avvio all’incontro svoltosi stamane presso la sala Giunta del Comune di Comacchio al quale hanno preso parte il sindaco Marco Fabbri, l’assessora Alice Carli coordinatrice del “Progetto Comacchio”, il presidente del consiglio Stefano Parmiani e il dirigente Roberto Cantagalli.

Compatta la rappresentanza sindacale coinvolta nell’incontro: da Riccardo Grazzi per Cgil Ferrara e Massimo Zanirato Uil Ferrara; presenti inoltre Mauro Cavazzini (Ficamss Cgil), Arianna Cavalli ed Eva Paganini (Fisasscat Cisl).

La tutela dei lavoratori stagionali rientra a pieno titolo nel Progetto Comacchio, là dove il documento, al suo punto 5, contiene il capitolo “Legalità e lavoro”: gli stessi valori che gli intervenuti all’incontro hanno messo in relazione nell’ambito del sistema imprenditoriale, in particolare del settore turistico, con le sue specifiche esigenze e le dovute garanzie per gli addetti ad esso dedicati. L’approccio al tema, lontano da tentazioni punitive, si è concentrato ad individuare eventuali opportunità da offrire al sistema delle imprese turistiche che sostenga il vantaggio reputazionale delle stesse aziende. Un approccio di sistema, dunque, teso a creare le condizioni per avviare azioni premianti per il loro carattere sociale, legato anche alla scuola e alla formazione.

L’incontro ha gettato punti fermi per un percorso che coinvolgerà altri protagonisti per la definizione di un atto di impegno che agevoli il lavoro e contribuisca a creare un “modello” esportabile anche in altre realtà regionali, tenendo conto che la costa di Comacchio detiene 23 chilometri di costa sui 135 complessivi della Regione Emilia Romagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
139 queries in 1,196 seconds.