Le pagelle di Beppe

VIVIANO 7. C’è anche il suo marchio in questa vittoria di straordinaria importanza. Decisivo nel murare Dzeko a metà ripresa, oltre ad essere sempre sicuro ogni volta che viene chiamato in causa.

CIONEK 7,5. Un leone in ogni contrasto difensivo, sfiora anche il gol con un colpo di testa che si appoggia sulla traversa.

VICARI 7,5. Provvidenziale in almeno un paio di circostanze. Nel bunker difensivo non sbaglia un intervento.

BONIFAZI 7,5. Sicurezza, personalità e determinazione. Ormai titolare inamovibile della difesa biancazzurra. Una sola sbavatura nel finale, in mezzo a tanti interventi da applausi.

LAZZARI 7,5. Rientro con i fiocchi. Nel primo tempo mette alle corde Juan Jesus servendo palloni invitantissimi al centro per i compagni. Ci prova anche in proprio senza però trovare la necessaria fortuna. Bravissimo anche in copertura.

MURGIA 7.  Dopo qualche indecisione iniziale, cresce progressivamente nel corso della partita. Più di clava che di fioretto, lotta con determinazione a centrocampo.

MISSIROLI 7,5. Questo è il suo ruolo. Perno centrale del centrocampo, detta bene i tempi, ed è bravo a farsi sempre trovate dai compagni in fase di rilancio. Determinanti un paio di chiusure difensive.

KURTIC 7. In questa occasione più quantità che qualità. Abile nel lanciare Fares, che rifinisce nel migliore dei modi.

FARES 8. Gol capolavoro con uno stacco perentorio e una deviazione aerea imparabile per Olsen. Imprendibile sulla corsia mancina, suo anche l’assist da cui nasce il penalty del raddoppio.

ANTENUCCI 7. Buon rientro. Bravo a farsi trovare sempre pronto sugli scarichi dei compagni, addomesticando più di un pallone complicato.

PETAGNA 7. Il pallone tra i suoi piedi è in cassaforte. Riesce ad alleggerire la pressione degli avversari nel finale gestendo al meglio i rilanci dalla difesa. Perfetta la trasformazione del rigore che lui stesso si era guadagnato.

REGINI 6,5. Esordio non semplicissimo, ma lui non commette errori evidenti sul versante sinistro della difesa.

SCHIATTARELLA 6,5. Entra e si cala immediatamente nel clima da battaglia che regna a centrocampo. Vince tutti i duelli che lo vedono protagonista, dando anche lui un importante contributo alla conquista dei tre punti.

SIMIC 6. Un quarto d’ora per aggiungere muscoli e centimetri nel bunker difensivo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
132 queries in 2,138 seconds.