Le pagelle di Beppe

Il Top è Floccari, bene tutta la difesa

MERET 7. Determinante. Protagonista di un’eccellente prestazione, salva in almeno tre occasioni la propria porta dimostrando di meritare quanto di positivo si dice di lui. Dopo appena 4′ nega il gol a Di Carmine da distanza ravvicinata; si ripete una manciata di minuti dopo bloccando l’insidiosa conclusione da fuori di Brighi, e nella ripresa si immola per chiudere ogni varco alla conclusione in mischia di Dezi.
>> BONIFAZI 7. Esce a pochi minuti dal termine accompagnato dall’ovazione di tutto il Mazza. Ormai vederlo uscire palla al piede e rilanciare l’azione dopo un recupero difensivo, è diventata una piacevole abitudine. Una sola imprecisione per eccesso di sicurezza.
>> VICARI 7. Qualche sgorbio in avvio di gara, come l’indecisione che libera Di Carmine davanti a Meret. Poi un costante crescendo, fino a giganteggiare al centro della difesa nella ripresa. Pericoloso anche in fase offensiva, quando in due circostanze incorna di poco alto direttamente da calcio d’angolo
>> CREMONESI 7. È sempre al posto giusto, sempre ottimamente piazzato per sventare la minaccia, sfruttando un grandissimo senso della posizione. Non sbaglia praticamente nulla, con la ciliegina del salvataggio iniziale sulla conclusione a colpo sicuro di Brighi
>> LAZZARI 6,5 primo tempo guardingo, anche perché ben limitato da Di Chiara, più arrembante nella ripresa. È il primo a provarci, ma la sua conclusione nei minuti iniziali non è fortunata. Soffre Guberti in fase difensiva nella ripresa.
>> COSTA 7. Al 93′ dopo aver solcato la fascia per tutta la gara, si lancia in un scatto irresistibile e pennella l’invito al gol per Schiattarella che chiude il match. Costante crescita per il giovane mancino sempre più integrato nei giochi biancazzurri; ormai Beghetto non lo ricorda più nessuno…
>> CASTAGNETTI 5,5. La fascia al braccio, non gli conferisce quella leadership che il ruolo richiederebbe. Si impegna e non lesina energie in mediana, ma difetta di precisione in fase di rilancio dell’azione.
>> SCHIATTARELLA 7. Anche lui dopo un avvio di gara con tanti errori di precisione, sale in cattedra con il trascorrere dei minuti, fino ritornare ad essere il solito faro a centrocampo per i compagni. Puntuale a tempo scaduto sul traversone di Costa, anticipando i festeggiamenti finali.
>> ARINI 6. Anche per lui la fase iniziale non è della migliori, ma il suo contributo soprattutto in fase di contenimento, risulta sempre prezioso. Vicino al gol allo scadere del primo tempo, ma è sfortunato nella conclusione.
>> ANTENUCCI 5,5. Duello rude senza esclusione di colpi con Volta nel primo tempo. Meglio nella ripresa, anche se non arriva mai alla conclusione pericolosa, tranne che per il pregevole destro a giro al 32′ che si spegne di pochissimo a lato
>> FLOCCARI 7,5. Decide la partita con una prodezza da categoria superiore. Quattro reti in sei partite sono un bottino eccezionale che conferma l’importazione del suo acquisto. Ma Floccari non è solo gol, ma anche partecipazione alla manovra, assist per i compagni come quello per Arini a fine primo tempo, e tanto lavoro di esperienza al servizio della squadra. Acquisto con i fiocchi e autentico valore aggiunto per un gruppo già ottimamente rodato.
> SCHIAVON 6. Il suo ingresso conferisce più quadratura al centrocampo, lotta su ogni pallone provando anche a proporsi in avanti, a conferma della sua candidatura come titolare aggiunto nella perfetta macchina da gioco di mister Semplici.
> GASPARETTO s.v. Pochi minuti per dare anche il proprio contributo nel bunker difensivo.
> FINOTTO s.v. Entra nei minuti di recupero rilevando anche la fascia da capitano. Ha il merito di avviare l’azione del raddoppio

One Comment

  1. Veramente i cross di Beghetto li abbiamo ancora vivi nei recenti ricordi. Bravo Costa……ma
    la precisione di Andrea era di alto livello

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
156 queries in 1,789 seconds.