Cispadana, nuovi ostacoli

15 milioni di euro. A tanto ammonta la richiesta di Snam Rete Gas, per intervenire sui ventuno impianti che insistono sul tracciato della Cispadana.

“La misura – si legge in un documento che risale al mese di aprile dello scorso anno – si rende necessaria per esprimere parere favorevole alla realizzazione dell’Autostrada Regionale Cispadana”.

“Le soluzioni tecniche funzionali ai lavori di varianti e protezioni alle condotte e conseguentemente la cifra indicata – precisa la nota di Snam Rete Gas – dovranno essere necessariamente riviste in funzione di una progettazione di maggior dettaglio delle opere richieste” che, in parole povere, significa che la cifra di 15 milioni di euro indicata, è destinata a crescere vistosamente.

Legambiente Alto Ferrarese, parla di costo astronomico e critica gli amministratori, accusandoli di volere spendere tale somma “solo – afferma Nelson Zagni – perchè vogliono a tutti i costi che questa autostrada venga realizzata”.

“In un momento come quello che la Regione Emilia-Romagna e non solo, sta attraversando dal punto di vista economico – dice ancora Zagni – è fuori da ogni logica umana, spendere 15 milioni di Euro visto che, con quella stessa cifra, si potrebbero costruire almeno quindici scuole”.

Legambiente si rammarica poi del fatto, di essere venuta a conoscenza del documento inviato da Snam alla Regione, soltanto in questi giorni, ribadendo infine la necessità che il progetto inviato a Roma per la valutazione di impatto ambientale, venga rivisto alla luce del terremoto che ha colpito molti dei Comuni interessati dal passaggio della Cispadana.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=f78ae8ae-c1fa-46b4-91ea-2b153cec1ce0&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
132 queries in 1,329 seconds.