Approvata la legge regionale sull’editoria

regioneE’ stata approvata dall’Assemblea Legislativa emiliano romagnola poco prima delle 15 di oggi la nuova legge regionale sull’editoria.

La notizia è comparsa sull’account Twitter dell’assemblea regionale e successivamente è stata diffusa via Telegram – altra piattaforma di comunicazione digitale – dal segretario regionale del PD Paolo Calvano.

La nuova legge è stata approvata con il voto favorevole del PD, di Sinistra Italiane e di MDP; astenuti Lega, Forza Italia e fratelli d’Italia, contrario il voto del Movimento cinque stelle.

La legge parte dal presupposto che il sistema informazione, in particolare, in questo caso, l’informazione locale, è un presidio di democrazia: in sostanza fare informazione costituisce di per sé un servizio alla comunità, e questo servizio va sostenuto. “La legge che abbiamo proposto come consiglieri PD e che oggi abbiamo approvato – spiega Paolo Calvano – ha l’obiettivo di sostenere lo sviluppo e la crescita del sistema dell’informazione locale, favorendo e consolidando il pluralismo dei centri di informazione. Gli strumenti messi in campo dalla legge sono molteplici: sostegno alle imprese per l’innovazione organizzativa e tecnologica, sostegno alla realizzazione di prodotti informativi e giornalistici”

“La legge regionale – aggiunge la consigliera PD Marcella Zappaterra – prende atto del fatto che l’informazione locale è il primo passo per i cittadini che vogliono sentirsi parte integrante della vita della propria comunità. Per questo abbiamo voluto affrontare la questione e prevedere regole omogenee e trasparenti per sostenere l’editoria locale. Tra gli obiettivi della legge c’è anche la stabilizzazione del personale sia giornalistico che tecnico, e possibilmente la creazione di nuovi posti di lavoro”. Anche per questo il consigliere Calvano ha presentato, durante la discussione, un ordine del giorno che raccomanda alla Giunta guidata dal Presidente Bonaccini di collegare alla legge adeguati finanziamenti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
133 queries in 1,786 seconds.