L’esercito nelle zone del sisma

E’ arrivato l’esercito nelle zone del sisma e si sono stabiliti nella base di Poggio Renatico. Da sabato scorso i militari sono entrati in azione per combattere gli sciacalli ma anche per rimuovere le macerie.

Trecento soldati di cinque reggimenti hanno allestito un campo all’interno della base dell’Aeronautica di Poggio Renatico.

Sabato scorso, nel giro di poche ore, i militari sono arrivati a Poggio.

Oltre alle tende, l’esercito ha messo in piedi una centrale operativa nell’hangar degli elicotteri.

Il primo obiettivo è quello di non creare allarmismi.

I militari precisano che non sono qui perché arriverà un’altra forte scossa.

Il terremoto infatti non si po’ prevedere.

L’esercito prenderà il posto dei carabinieri e della polizia nelle zone rosse dei comuni colpiti dal sisma, nelle province di Ferrara, Modena, Bologna e Reggio Emilia, avrà due compiti.

Alcuni di questi militari hanno operato anche in altre emergenze recenti, come l’alluvione del Veneto nel 2010 e a Genova nel 2011.

“Siamo qui per risolvere problemi” dicono, e non è la prima volta che la base di Poggio ospita l’esercito.

I soldati potrebbero rimanere qui anche diversi mesi; infatti sono pronti ad affrontare anche l’inverno.

[flv image=”http://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/06/esercito-vid.jpeg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120615_01.flv[/flv]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,190 seconds.