Lidi, proroga fino al 2033 delle concessioni demaniali da parte del Comune di Comacchio

“Finalmente una buona notizia per il settori” commenta Cna Ferrara in seguito alla proroga delle concessioni demaniali. “E’ un’importante iniezione di ottimismo per i balneatori, e in questo momento così difficile ce n’è un gran bisogno. Il Comune di Comacchio ha mantenuto una promessa, e Cna ha raggiunto un obiettivo per il quale ha lottato a lungo. Ora possiamo guardare al futuro con un pizzico di serenità in più”.

Nicola Ghedini, titolare del bagno Kursaal di Lido Spina e portavoce dei balneatori di CNA, commenta così la notizia più attesa: il Comune di Comacchio ha inviato ai titolari dei bagni la proroga per quindici anni (fino al 2033) della concessione demaniale.

Ghedini ha ricevuto la Pec proprio oggi, gli altri o l’hanno già ricevuta o la stanno ricevendo. La proroga, come il comune di Comacchio aveva promesso, è stata concessa a tutti gli stabilimenti che sono in regola sia con i pagamenti dei canoni sia con le necessarie autorizzazioni.

“Cna – spiega Ghedini – è sempre stata in prima linea in questa battaglia, con l’obiettivo di dare serenità e prospettive a un settore cruciale per il turismo del nostro territorio. Ricevere la proroga della concessione proprio in questa fase di emergenza è doppiamente importante: ci permette di vedere un po’ di luce all’orizzonte, e ne avevamo davvero bisogno.”

Ghedini dà atto al Comune di Comacchio di aver onorato le promesse nonostante le difficoltà: “in questo momento di emergenza operare è difficile per tutti, invece il Comune ha deciso di procedere regolarmente alle proroghe nei tempi previsti. É una bella dimostrazione di rigore e di attenzione per gli imprenditori del territorio”.


Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
140 queries in 2,296 seconds.