In arrivo fondi per riqualificare lido Estensi

zappaterra

Marcella Zappaterra, consigliera regionale PD

In arrivo dalla Regione Emilia Romagna più di 600 mila euro a lido Estensi per la manutenzione e il risanamento dell’ex ENAOLI Ente Nazionale Assistenza Orfani dei Lavoratori Italiani.

Si tratta di un complesso immobiliare di interesse architettonico, vicino alla Darsena, che rientra nella complessiva strategia di valorizzazione del turismo al Lido degli Estensi.

Ad annunciarlo è il consigliere regionale del PD, Marcella Zappaterra, che sottolinea come i fondi siano “quasi interamente finanziamenti europei che derivano dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione”.

Estensi è così al centro di un progetto di restyling che a sua volta è parte di un ancora più ampio disegno di rigenerazione urbana che coinvolge il Comune di Comacchio.

2 Commenti

  1. Eleonora says:

    Buongiorno noi abbiamo una casa più di 40 anni ai lidi Ferraresi….. E vero negli ultimi anni sono state rifatti alcuni marciapiedi del lido hanno fatto una pistaciabile su un tratto di di marciapiede dopo purtroppo ci sono uscite di abitazioni Anche con macchine (pericolosissimo)
    Allora visto che ci sono fondi spendiamoli bene sti soldi (ah dimenticavo noi paghiamo anche le spese salate durante l’anno anche se non ci siamo) per cui guardiamo bene cosa spendiamo, i soldi e facciamo, delle cose costruttive)
    E poi i lidi sono 7 non sempre “lido degli estensi” penso che turismo li ne ha pensiamo anche agli altri lidi che hanno tolto Anche dei divertenti per i giovani Cinema, campi da tennis…. Abbandonati al loro declino

  2. Dr. Cav. Domenico TIBERIO says:

    Distruggere gli obelischi dopo circa 30 anni significa sprecare e sperperare denaro pubblico che dovrebbe essere utilizzato in altre opere pubbliche. Questi obelischi mi hanno colpito nella loro originalità. Non penso che il nuovo progetto sia migliore e si poteva senz’altro valorizzare quello che già vi era. Quei soldi possono essere utilizzati per risistemare l’asse stradale di viale Carducci ed i marciapiedi di tutto il lido estensi. Piuttosto devono intervenire sul lungomare con un nuovo progetto di valorizzazione. Attualmente il lungomare è tra i più scadenti d’Italia.
    Non serve ampliare le piazze nel tempo del “COVID” anzi bisogna distanziare la gente tra di loro e gli obelischi e le porte disciplinavano appunto anche le distanze. Quindi questo nuovo progetto è già SUPERATO e mi spiace per i progettisti e gli amministratori che la pensano diversamente ma questo si sa è solo per motivi di introito economico e per interessi personali e non certamente per il bene della collettività. Ma tranquilli tra 20 o 30 anni si inventeranno altri progetti sicuramente sempre più peggiorativi. Speriamo quindi che gli obelischi rimangano al loro posto anche in onore all’architetto che li progettò ed anche per non sperperare inutilmente denaro pubblico.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
143 queries in 1,240 seconds.