Tavolo Berco, nulla di fatto

Si è concluso con un nulla di fatto il tavolo della Berco tenuto questa mattina a Copparo.

Da un lato si sono seduti al tavolo i sindacati e le istituzioni, sindaco, presidente della Provincia,onorevole del Pd, Maria Teresa Bertuzzi e il rappresentante di Unindustria Ferrara, Roberto Bonora e dall’altra parte il management di Berco.

Un colloquio durato quasi quattro ore che non hanno portato a nulla: l’incontro al ministero che doveva tenersi mercoledì non solo è stato sospeso ma non è stata definita nemmeno una data futura. La trattativa dunque è ferma. Lo ha spiegato molto bene ai dipendenti che dall’alba hanno organizzato un picchetto davanti all’ingresso di Berco.

Ai dipendenti di Copparo si sono aggiunti anche i colleghi di altri stabilimenti Berco presenti in Italia, come Busano e Castelfranco. Tutti davanti allo stabilimento, c’era anche un gazebo che distribuiva pane e salumi, per conoscere cosa sarà del loro futuro ma la buona notizia, tuttavia, non è arrivata…

La protesta di oggi, che ha coinvolto tutti i turni di lavoro, è solo l’inizio hanno detto i sindacati. Il tavolo ministeriale deve essere convocato al più presto, dichiarano con forza le Rsu, affinché in caso di vendita ci sia la salvaguardia della peculiarità di Berco: vendere i prodotti a qualunque richiedente.

Se questo dovesse saltare – sostengono ancora le organizzazioni sindacali – per il futuro di Berco sarebbe una debàcle.

“Dall’incontro di oggi abbiamo capito che il management di Berco di Copparo non è proprio come parlare con Thyssen – dichiara il sindaco di Copparo, Nicola Rossi – per questo il tavolo al ministero a questo punto è fondamentale”.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=a8968f92-0922-425a-ad77-c24cfb95d74a&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

One Comment

  1. oggi ci siamo resi conto tutti di che cosa siamo capaci se c’è la volontà alla partecipazione attiva sui problemi che qualcuno ci sta creando…tanti hanno parlato di assoluta mancanza di democrazia…io lo chiamo “togliersi un sassolino oggi per non scagliare una pietra domani”…un lavoro abbiamo!…difendiamolo!…una famiglia abbiamo!…salvagurdiamola!.. e un padre e una madre sappiamo cosa sarebbero disposti a fare per i loro figli e per il loro avvenire!!!!..oggi non abbiamo distrutto…ma abbiamo costruito tutti assieme…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
142 queries in 1,569 seconds.