Obbligo di mascherina a Ferrara nei luoghi all’aperto: ecco cosa si dovrà fare

E’ ufficiale, da domani in città e nelle frazioni del Comune di Ferrara la mascherina sarà obbligatoria anche all’aperto.

Oggi l’ordinanza firmata dal sindaco Alan Fabbri.

Una decisione presa dal primo cittadino alla luce degli episodi di domenica scorsa soprattutto in piazza Ariostea, questa mattina l’annuncio durante l’incontro sul ponte sul Po a Pontelagoscuro dove, simbolicamente, sono stati riaperti i confini regionali per chi va a trovare i congiunti.

A Ferrara, in città e nelle sue frazioni, da mercoledì sarà obbligatorio indossare sempre la mascherina tranne quando ci si trova in casa, alla guida dell’auto e nel caso si stia facendo attività motoria e sportiva.

In tutti gli altri contesti, quando ci si trova a piedi in strada, nei parchi, insomma all’aperto ma anche nei luoghi chiusi, nei negozi, la mascherina sarà obbligatoria. I bambini sotto i sei anni e le persone con disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina non sono obbligati a indossarla. Questo prevede l’ordinanza firmata dal sindaco di Ferrara, Alan Fabbri. Nei confronti di chi non rispetta questa ordinanza, la polizia locale potrebbe multarlo con una sanzione che va dai 400 ai 3 mila euro.


Rimane inoltre obbligatorio il mantenimento della distanza fisica di almeno un metro se ci si trova fuori casa e di due metri se si sta facendo esercizio dell’attività sportiva. A partire quindi da mercoledì, mascherina obbligatoria ma l’ordinanza del sindaco prevede anche forme precauzionali per proteggere se stessi e gli altri da un eventuale contagio, tradotto sciarpe o simili per chi fosse sprovvisto del dispositivo di protezione personale.

In mattinata l’annuncio da parte del primo cittadino durante la cerimonia sul ponte sul Po nel corso della riapertura dei confini regionali tra Ferrara e Rovigo alle visite tra congiunti.

“Faremo il possibile per controllare gli assembramenti di persone” spiega il sindaco Alan Fabbri il quale aggiunge che nelle distese dei locali, per le persone che stanno consumando bibite o altro tipo di alimenti nel rispetto dei decreti governativi e regionali, non c’è obbligo di mascherina.

Aggiornamento ore 12

“Ho appena firmato un’ordinanza che ci allinea col Veneto, per quanto riguarda l’obbligo di mantenere la mascherina anche nei luoghi all’aperto, poichè abbiamo visto la settimana scorsa difficoltà molto grandi di assembramenti in realtà come Piazza Ariostea e temiamo che anche nelle prossime serate ci possano essere problemi analoghi in posti come Piazza Verdi”.

A dichiararlo è il sindaco di Ferrara Alan Fabbri, a margine dell’incontro con le autorità di Rovigo, sulla riapertura delle visite ai congiunti tra le due province.

2 Commenti

  1. Antonietta Rizzato says:

    Io soffro di ansia costante.Devo prendere dei medicinali (sono stata in psichiatria a Lagosanto per circa un mese.Alle mie dimissioni ho subito indossato la mascherina e per me è impossibile tenerla troppo tempo.Ad esempio quando esco con.il cane e sto’ all’aperto per più di un’ora

  2. In bici e obbligatorio???

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
148 queries in 1,290 seconds.