Interpellanza senatrice ferrarese Boldrini su mascherine Comune estense

boldrini tuxtu“Non si chiamano mascherine ma ‘schermi filtranti’ e nelle buste distribuite alla popolazione c’è il logo del Comune ma non questa puntualizzazione, «che sarebbe stata opportuna»; ancora, manca l’indicazione delle avvertenze presenti sul sito della stessa azienda produttrice, la Grafica Veneta; va pertanto valutata la sospensione dell’iniziativa, «che così realizzata, senza i necessari requisiti di trasparenza, genera equivoci”.

Sono i punti chiave dell’interrogazione inoltrata oggi dalla senatrice Paola Boldrini, capogruppo Pd in Commissione Sanità (e sottoscritta anche dal collega Vincenzo D’Arenzio), ai Ministri della Salute e dell’Interno, Roberto Speranza e Luciana Lamorgese, sull’acquisto e consegna delle cosiddette mascherine da parte del Comune di Ferrara.

Tra le premesse del documento: la Grafica Veneta ha sottolineato che si tratta «di schermi filtranti che, pur avendo superato tutti i test previsti e ottenuto le certificazioni necessarie, ancora non si possono definire mascherine chirurgiche» e ha «pubblicato un’avvertenza sul proprio sito in cui richiamava l’attenzione a non lavare il prodotto e nemmeno stirarlo fino a che “l’iter dei test che riguardano i cicli di lavaggio e la temperatura adatta non sono stati conclusi”, facendo trasparire che non tutti i test erano stati effettuati»; avvertenza di cui non c’è traccia nelle buste distribuite dal Comune di Ferrara. Boldrini chiede ai titolari dei Dicasteri se risultano effettuati «tutti i test dall’ente competente» e se non «si ritenga necessaria, in accordo con la Regione Emilia Romagna, una sospensione della misura così da non esporre inutilmente i cittadini al contagio tramite il mancato rispetto delle regole sull’isolamento e distanziamento sociale e soprattutto – si legge testualmente – non inducendo i cittadini all’utilizzo di una tipologia di mascherine che non sono in alcun modo da considerarsi come un presidio sanitario (DPI)».

One Comment

  1. maria grazia says:

    ieri mattina ho ritirato la busta con le cosidette mascherine, che sorpresa ? il tutto in una busta aperta senza nessuna protezione igienica (chi le a toccate?) mi sembra un film di Totò se non fosse per la sittuazione drammatica che stiamo vivendo la chiamerei farsa.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
144 queries in 1,269 seconds.