Emergenza coronavirus, terminata consegna mascherine Comune Ferrara

E’ terminata la distribuzione delle 150.000 mascherine acquistate dal Comune di Ferrara e donate ai cittadini come ulteriore strumento di prevenzione della diffusione del contagio da Covid19.

Le mascherine sono state distribuite attraverso tutta la rete degli esercizi commerciali aperti in questo periodo (alimentari, frutta e verdura, farmacie, edicole e tabaccai), attraverso i check point posizionati in 20 punti diversi della città a copertura di tutti i quartieri e tutte le frazioni e grazie ad un servizio di consegna a domicilio per i soggetti più fragili.

“La distrubuzione è andata molto bene e sono molto soddisfatto del grande senso civico dimostrato dai ferraresi. Come mi aspettavo i cittadini si sono riforniti nel modo più corretto possibile senza prevaricazioni o egoismi e siamo certi di essere riusciti a raggiungere un numero importante di famiglie – spiega il sindaco -. Quello che volevamo trasmettere con questa operazione capillare era il senso di vicinanza di tutto il Comune ai suoi cittadini. Siamo ben consapevoli dei grandi sacrifici che ognuno di noi sta compiendo in queste settimane e siamo convinti che solo uniti potremo vincere questa battaglia”.

E il sindaco aggiunge: “Un sentito ringraziamento va a tutti coloro che hanno reso possibile il realizzarsi di questa idea a partire da tutti gli esercenti, che si sono resi disponibili a ricevere e a distribuire il materiale, all’Associazione Nazionale dei Carabinieri che ha organizzato e gestito i check point per quattro giorni, alla Polizia locale che sta consegnando le mascherine casa per casa ai soggetti più deboli, alla Federazione italiana tabaccai che ha contribuito ad organizzare la distribuzione presso gli associati, al Centro Diffusione e Logistica di San Lazzaro che si è occupato gratuitamente della distribuzione alle edicole. Un grazie ancora più speciale va ai consiglieri comunali e agli assessori che, instancabili, da sabato a mercoledì tutto il giorno e fino a notte fonda, hanno imbustato le mascherine, a tutti i volontari e sono davvero tanti, che ci hanno aiutato nella consegna ai negozi e a tutti i dipendenti comunali che hanno fatto sì che l’intera operazione andasse a buon fine”.

A partire dallo scorso martedì pomeriggio sono stati riforniti di materiale 20 check point, 44 farmacie (comunali e private), 62 edicole, 84 tabaccai, e oltre 230 punti vendita. A queste consegne si sono aggiunte quelle per gli studentati, per alcune realtà operative del territorio, mentre in questi giorni prosegue la consegna a domicilio sia attraverso il servizio di spesa a domicilio (Croce Rossa, Caritas e Scout) sia casa per casa per i soggetti  particolarmente a rischio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,195 seconds.