Medicina: posti disponibili portati a 600 per UNIFE dal MIUR

test medicinaSarà un test d’ingresso per Medicina e Chirurgia meno preoccupante che in passato, perché a Ferrara, si potrà arrivare già da quest’anno a 600 immatricolazioni per questo corso di laurea.

Un dato in sintonia con l’aumento complessivo assegnato alle immatricolazioni nelle professioni sanitarie dal MIUR, per rispondere alla carenza in particolare in corsia di Medici nelle strutture sanitarie italiane.

In attesa della riforma e forse della eliminazione del numero chiuso, il test d’ingresso non solo è stato trasformato dal Ministro Bussetti nei contenuti, ma anche nell’accesso all’iscrizione. Per il prossimo triennio non sarà di un 20% generalizzato, come ventilato nei mesi scorsi, ma di circa un 10 %, per tutte le Università italiane ad eccezione di Ferrara.

Per l’Università di Ferrara, infatti, il Ministero dell’Università e della ricerca, ha accettato la richiesta del Rettore Giorgio Zauli di portare fin dal prossimo anno accademico a 600 i posti disponibili per l’accesso ai corsi di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia, per i candidati dei Paesi UE e non UE residenti in Italia. Che vuol dire un aumento rispetto al 2018/9 di oltre 400 posti.

Se questa apertura, che è stata accolta non da tutti con entusiasmo, significhi l’avvio della sperimentazione proposta mesi fa dal Rettore Zauli ancora non si è capito, per questo si attende la conferenza stampa indetta dal Rettore per il 4 luglio.

Certamente l’ampliamento di questa portata , già notevole per questo primo anno, se sarà mantenuta anche per il futuro, porterà a Ferrara un afflusso di studenti di Medicina davvero notevole, un buon segno per la città, ma anche un vero e proprio test sulle capacità di accogliere in modo adeguato una popolazione di giovani pieni di speranze e aspettative. Sarà anche un test pesante per lo stesso Ateneo, che dovrà dimostrare di essere in grado di ampliare le proprie attrezzature e dimostrare di avere capacità didattiche fino a dare adeguata formazione ad un numero così ampio di studenti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
133 queries in 1,145 seconds.