Il nuovo Prefetto di Ferrara si presenta – INTERVISTA

La sicurezza e l’ordine pubblico per sono quasi una deformazione professionale, che discende dalla mia esperienza professionale”.

Quindi, sicurezza, efficienza e collaborazione con le istituzioni del territorio: saranno questi gli elementi portanti dell’azione del nuovo Prefetto di Ferrara, Michele Campanaro, che oggi si è insediato a Ferrara.

 

 

E’ un uomo del sud, originario di Matera, il capoluogo lucano che, come ha spiegato lui stesso, ha in comune con Ferrara il grande impegno in favore della cultura. Ma ancor prima è un uomo delle istituzioni, con un grande bagaglio di esperienze nell’accoglienza dei migranti, e nel contrasto alla criminalità. È stato viceprefetto vicario prima a Taranto, poi a Caserta, ed è stato infine assegnato dal ministero dell’Interno alla Terra dei fuochi, con il compito di contrastare il fenomeno dei roghi dolosi di rifiuti.

Michele Campanaro ora è il nuovo prefetto di Ferrara: ed è ben deciso a far fruttare la propria esperienza nel nostro territorio. Lo ha detto a chiare lettere, oggi, incontrando i giornalisti in conferenza stampa.

Apertura al territorio e leale collaborazione tra istituzioni: sono queste le parole chiave dell’azione del Nuovo prefetto, che pur provenendo da realtà difficile dal punto di vista della penetrazione criminale, non è affatto intenzionato a sottovalutare, da responsabile dell’ordine e della sicurezza, i problemi di Ferrara. Organizzare l’accoglienza dei migranti nel modo migliore, e fare attenzione alla sicurezza pubblica, valendosi delle forze dell’ordine, degli uomini dell’esercito assegnati a Ferrara, ma anche della Polizia Locale. Questi alcuni degli obiettivi che oggin il Prefetto ha esposto ai vertici delle forze dell’ordine, tra questi il nuovo questore

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
137 queries in 1,623 seconds.