OLIMPIADI NEL 2021, IL CALCIO CHIEDERÀ AIUTO AL GOVERNO

Almeno fino al 3 aprile impensabile prevedere se e quando potrà riprendere l’attività delle squadre italiane. No ai play-off


Anche le Olimpiadi si arrendono al Coronavirus. E’ arrivato il comunicato ufficiale del CIO in cui si ufficializza che i Giochi Olimpici in programma in Giappone nella prossima estate saranno posticipati al 2021. Sempre più un grosso interrogativo il futuro del calcio italiano. L’Assemblea della Lega serie A, cui hanno partecipato in videoconferenza i rappresentanti di tutte le società del massimo campionato, ha stimato in circa 720 milioni di euro, tra botteghino, diritti televisivi e merchandising, le perdite. Una volta ottenuto il benestare da FIGC e CONI l’intenzione è chiedere l’intervento del governo. Individuate anche le possibilità: sostenere il costo del lavoro, un diverso piano di ammortamento, ma anche nuove forme di finanziamento, come le scommesse sportive, diversa organizzazione della vendita dei diritti sportivi e di misure utili per incentivare la costruzione di nuove infrastrutture. Per quanto riguarda la ripresa degli allenamenti e eventualmente quella dei campionati si potrebbero avere prime indicazioni alla scadenza del decreto in vigore fino al 3 aprile. Sembra tramontare il ricorso ai play-off.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,461 seconds.