“Oltre il sisma”, Ferrara riscopre il suo campanile dopo 70 anni

Le mattonelle che comporranno il collegamento al campanile

Le mattonelle che comporranno il collegamento Duomo-campanile

Ferrara dopo più di 70 anni ritrova il suo campanile: la torre campanaria del Duomo infatti sarà visitabile grazie a un progetto presentato oggi nel palazzo Arcivescovile all’inaugurazione della mostra “Oltre il sisma”.

In città c’è un nuovo momumento, o per meglio dire, un monumento che sarà finalmente riscoperto. E’ il campanile di Ferrara che dopo 71 anni sarà ricollegato al Duomo. Nel 1945, durante la Seconda Guerra Mondiale, il collegamento venne bombardato e da allora il campanile rimase staccato dal resto del tempio e chiuso al pubblico.

negriFiniti i lavori, la torre campanaria sarà visitabile da ferraresi e turisti grazie al nuovo percorso il cui progetto è stato presentato oggi nel corso dell’inaugurazione della mostra “Oltre il sisma”. Inaugurata dall’Arcivescovo di Ferarra e Comacchio alle 17 nella sala degli Stemmi nela palazzo Arcivescovile, monsignor Luigi Negri ha sostenuto che “la ricostruzione post-terremoto è servita anche per migliorarsi e per andare oltre”. Il progetto del collegamento, infatti, ne è un esempio.

A quattro anni dal sisma, l’Arcidiocesi è stata tra gli attori protagonisti della ricostruzione, tanto da essere equiparata agli enti pubblici vista la quantità e qualità dei beni culturali investiti dalle scosse di terremoto. In questi anni alcune chiese sono state riaperte, c’è però ancora tanto da fare è stato detto all’inaugurazione della mostra che si propone di far conoscere la trasformazione apportata ad alcune chiese in seguito agli interventi di restauro architettonici e strutturali.

terremoto1

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
142 queries in 1,422 seconds.