Coniugi uccisi: 18 anni al figlio e all’amico

pontelangorino-vioncelli-di-giani

I coniugi uccisi a Pontelangorino

ll gup del tribunale per i minorenni di Bologna ha condannato a 18 anni i due ragazzi imputati per l’omicidio premeditato di Salvatore Vincelli e Nunzia Di Gianni, marito e moglie assassinati in camera da letto a colpi di accetta nella loro casa di Pontelangorino, nel ferrarese, la notte tra il 9 e il 10 gennaio 2017.

Imputati sono il figlio della coppia, all’epoca 16enne, e un amico di un anno più grande. La Procura aveva chiesto condanne a 20 anni. 

  • 20 febbraio ore 15

Vent’anni in abbreviato.

E’ la severa richiesta di condanna formulata dal Procuratore per i minorenni di Bologna Silvia Marzocchi nel processo ai due ragazzi imputati del duplice omicidio di Pontelangorino: nella notte tra il 9 e il 10 gennaio 2017 i coniugi Salvatore Vincelli e Nunzia Di Gianni assassinati in camera da letto a colpi di accetta.

Imputati sono il figlio della coppia, all’epoca 16enne, accusato di omicidio premeditato in concorso con un amico, di un anno più grande e ritenuto l’esecutore materiale del delitto. Dopo la requisitoria della pubblica accusa, parola alle difese. La sentenza è attesa nel pomeriggio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
132 queries in 1,107 seconds.