Ospedali, ecco dove si paga il parcheggio

ospedale conaOspedali e parcheggi a pagamento.

Qual è la situazione negli altri grandi capoluoghi di provincia, sia in regione che fuori regione. Continuano le polemiche a Ferrara per l’entrata in vigore della sosta a pagamento per parcheggiare al nuovo S.Anna. La struttura ospedaliera realizzata a Cona, ad una decina di chilometri dalla città, è anche poco servita dal trasporto pubblico (in primis dal treno) e forza vuole che la maggior parte scelga di arrivarci in autobus. Ma qual è la situazione di ospedali e parcheggi a pagamento negli altri grandi capoluoghi di provincia, sia in regione che fuori regione?

Basta dare uno sguardo al panorama emiliano romagnolo per vedere che il quadro è molto variegato. In Romagna, ad esempio, è in vigore il pagamento automatizzato in molti parcheggi ospedalieri da Rimini a Cattolica, da Riccione a Sant’Arcangelo di Romagna nell’Azienda sanitaria territoriale unica i costi prevedono, per i primi 15 minuti, il parcheggio gratuito per chi deve accompagnare qualcuno dentro l’ospedale poi andare via o parcheggiare altrove, 1 euro all’ora per le prime 4 ore, e poi gratuità fino al giorno successivo.

Al Santa Maria Nuova di Reggio Emilia c’è un progetto in itinere (fra Azienda Ospedaliera e Comune) per mantenere un’ampia quota di spazi gratuiti e mettere in ordine la parte del parcheggio a pagamento. Esclusa invece la possibilità di un parcheggio completamente gratuito perché “significherebbe rendere impossibile la ricerca di un posto auto, essendoci, come accade spesso in qualsiasi grande ospedale, molte presenza di auto in sosta per tutta la giornata” hanno spiegato gli amministratori. Gratuiti invece i parcheggi per gli ospedali di Modena, compreso Baggiovara, mentre al Bufalini di Cesena sono sia a pagamento che gratuiti.

Stessa situazione a macchia di leopardo anche nel Veneto. Se all’ospedale S.Maria della misericordia di Rovigo troviamo parcheggi totalmente gratuiti, a Verona-Borgo Trento è possibile usufruire di un servizio di sosta breve gratuita per 30 minuti poi, nel parcheggio aperto tutto l’anno 24 ore su 24, la sosta oraria poi passa a 2 euro per la prima ora ed un 1euro e 50 per le ore successive. Previste diverse tipologie di abbonamento per dipendenti dell’ospedale, tariffe agevolate per pazienti e familiari. Anche a Treviso è in vigore la sosta a pagamento negli ospedali: “è stata introdotto nel 2004 dal sindaco Gentilini sulla base delle motivazioni per cui è stata introdotto negli ospedali in Emilia-Romagna” dicono in Regione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
135 queries in 1,084 seconds.