Palio di Ferrara: arriva l’ambasciatrice di Norvegia

ambasciatrice norvegia palio corteo storico

Sabato sera appuntamento a Ferrara con il Magnifico corte del Palio di Ferrara.

Un appuntamento per rivivere il rinascimento ferrarese con una spettatrice d’eccezione: l’ambasciatrice di Norvegia.

Sarà dedicato alla figura di Pellegrino Prisciani, erudito astrologo della corte estense, il Magnifico Corteo del Palio di Ferrara. Come per la recente edizione del Carnevale degli Este, l’Ente Palio ha voluto ricordare il consigliere di Ercole I° d’Este di cui ricorre il cinquecentesimo anniversario della morte.

L’importanza storica di Prisciani è testimoniata dal ciclo di affreschi di Palazzo Schifanoia, capolavoro della scuola ferrarese, del cui programma iconografico l’umanista fu ideatore e direttore della sua realizzazione.

Le Contrade del Palio, che tanto devono agli affreschi del palazzo per l’ideazione e la realizzazione di costumi, quest’anno inseriranno all’interno dei propri cortei, elementi tratti dagli affreschi ancora esistenti a Palazzo Schifanoia. Il percorso del Magnifico Corteo, che inizierà alle 20.30 da porta degli Angeli sino al Giardino delle Duchesse, si snoderà tra le vie del centro storico.

Sabato 19 maggio, milleduecento figuranti tra musici sbandieratori dame e cavalieri, dopo aver sfilato per la via più bella del Rinascimento, Corso Ercole I d’Este, arriveranno in Piazza Municipale per inscenare nove ‘Spettacoli a Corte’. Al miglior corteo, andrà il Premio Franco Visentini, alle migliori danze ed effetti speciali il Premio Nives Casati. Ma sopratutto si potrà rivivere il Magnifico Rinascimento ferrarese, uno spettacolo che, in onore dei cinquant’anni della storia moderna del Palio, avrà una spettatrice d’eccezione, l’Ambasciatrice di Norvegia, a testimonianza della volontà, da parte dell’ente Palio, di promuovere la manifestazione a livello internazionale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
145 queries in 1,440 seconds.