Parte il progetto di CSO Italy “The european art of taste”

Cina, Giappone, Taiwan e Hong Kong, sono questi i paesi che saranno coinvolti in The European Art of Taste che fino al 31 gennaio 2022 svilupperà azioni di promozione e campagne per un valore totale di 3,7 milioni di euro.

Trasmettere i valori dell’ortofrutta europea e, in particolare, della produzione italiana, è l’obiettivo per cui nasce The European Art of Taste: Italian Fruit & Veg Masterpieces, la nuova campagna finanziata dall’Unione Europea e da CSO Italy. Per i prossimi tre anni il progetto coinvolgerà consumatori, giornalisti e professionisti del settore di Cina, Giappone, Taiwan e Hong Kong attraverso una serie di iniziative pensate per promuovere la qualità e le garanzie di sicurezza e salubrità certificate dalle rigide norme di produzione europea.

Le azioni del progetto si snoderanno sia attraverso una serie di eventi e iniziative negli stores delle città principali, che tramite la comunicazione online con la creazione di un sito web dedicato e la diffusione di contenuti sui social network più utilizzati nei paesi target e sulle principali testate del settore food e lifestyle. Creare un legame con i media influencer sarà uno dei punti fondamentali della campagna che, per questa ragione, prevede l’organizzazione di workshop ed esperienze gastronomiche dedicate ai giornalisti. Il lato trade, invece, verrà coinvolto in una serie di appuntamenti e b2b all’interno delle maggiori fiere (da Asia Fruit Logistica, Macfrut Attraction China a Foodex Japan) al fine di creare nuove opportunità di contatto tra gli operatori leader dell’ortofrutta made in Europe e i mercati di destinazione del progetto.

L’idea di celebrare i capolavori della natura è al centro dell’immagine di comunicazione con cui si presenta il progetto, una vera e propria opera d’arte realizzata dall’artista italiano Antonio Pronostico, originario di Matera e da anni nel mondo delle illustrazioni e del fumetto. L’Italia è, infatti, riconosciuta in tutto il mondo come arte nel senso più esteso, dalle discipline visive a quella culinaria, favorita dalle eccellenze del suo territorio e dalla capacità di creare ricette conosciute in tutto il mondo. Le materie prime come frutta e verdura non fanno eccezione, disponendo di varietà uniche nel loro genere (93 fra DOP e IGP). Mr Good Fruit è un personaggio fantastico che nasce dalla sintesi dei fantastici prodotti che saranno presentati e sostenuti nel progetto. Tra questi i kiwi e le arance rosse in particolare, ma anche i tanti altri prodotti che caratterizzano l’offerta europea di frutta e verdura (dalle ciliegie ai pomodori per non parlare di mele e pere e delle tantissime verdure) per concludere con i prodotti trasformati, dai succhi alle passate di pomodoro, alle tante verdure conservate con il pieno dei loro requisiti salutistici. Lo stile originale e colorato con cui è stato rappresentato Mr Good Fruit, dalla versione cartoon e dalle tinte rosse e giallo predominanti, vuole celebrare la tradizione italiana e la comunione con gli stilemi asiatici, oltre a rappresentare in tutto e per tutto l’artigianalità e la verve artistica italiana.

I valori fondamentali che vuole trasmettere The European Art of Taste si fondano sulla qualità e la sicurezza che contraddistinguono i prodotti ortofrutticoli, freschi e trasformarti, dell’Unione Europea. Un sistema di produzione sano e sostenibile, che tutela i consumatori e difende la naturalità dei prodotti. L’Italia vanta, nel campo della produzione integrata, un’esperienza storica che parte dagli anni ’70 e che si è fatta riconoscere in tutto il mondo per la sua elevatissima qualità.

I prodotti ambassador del progetto saranno kiwi, arance rosse e pere, oltre alle verdure fresche trasformate e i succhi di arancia e altra frutta, referenze principe del nostro paese che vuole creare un legame solido e duraturo con i paesi asiatici. I produttori – raccolti intorno a CSO Italy, promotore del progetto insieme all’UE – sono Oranfrizer, Apofruit, Apo Conerpo con Alegra e Naturitalia, Consorzio Jingold, Cico, Lagnasco Group, Origine Group.

(A cura Ufficio Stampa Cso Italy)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
132 queries in 1,129 seconds.