PD Ferrara, identikit del nuovo segretario

minarelli-vittelio

Inizierà tra pochi giorni l’iter procedurale che porterà all’elezione del nuovo segretario provinciale del Partito democratico ferrarese.

Si terrà quasi certamente il 10 febbraio, infatti, la direzione provinciale del partito che eleggerà la commissioni di garanzia, a cui sarà affidato il compito di fissare le regole per l’elezione, che avverrà probabilmente a fine marzo, e sarà compito dei delegati provinciali eletti dai circoli del PD.

Attualmente sono due i potenziali candidati in campo: il primo è Luigi Vitellio, attuale segretario organizzativo del partito a Ferrara. Leccese di origine, Vitellio si è laureato in economia a Ferrara nel 2004, ed ha avuto ruoli di responsabilità nel sindacato degli studenti universitari. Non ha ancora ufficializzato la propria candidatura, ma è certo che una sua eventuale elezione rappresenterebbe un elemento di continuità con il segretario provinciale uscente, il neoeletto consigliere regionale Paolo Calvano. Tenere insieme il partito, ma anche il territorio, sono queste le priorità di una piattaforma politica che Vitellio presenterà solo dopo l’ufficializzazione della propria candidatura.

A breve invece comincerà a presentare la propria piattaforma programmatica nei circoli PD l’altro potenziale candidato di questa elezione: si tratta di Nicola Minarelli, classe 1979, laureato in scienze politiche, sindaco di Portomaggiore dal 2011 dopo esserne stato consigliere comunale e vicesindaco. Minarelli guarda a queste elezioni in ticket con Sergio Guglielmini, ex capogruppo PD in provincia. Proprio la valorizzazione dei circoli del partito, e quindi del contributo degli iscritti, sarà uno dei punti chiave della piattaforma si Minarelli, alla cui elaborazione lavora anche l’attuale sindaco di Ostellato Andrea Marchi, convinto sostenitore di Minarelli. Proprio Marchi, nelle scorse settimane, aveva chiesto al PD ferrarese una riflessione più approfondita sulle priorità da mettere in campo per il rinnovamento del partito ancor prima di individuare i nomi dei possibili candidati alla segreteria.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
131 queries in 1,113 seconds.