Petrolchimico, fuoriuscita di ammoniaca da un impianto di Yara: Arpa annuncia accertamenti

petrolchimicoUn forte odore di ammoniaca, nel pomeriggio, si è sparso nella zona del petrolchimico, portato dal vento che spira da nord.

All’origine del fenomeno l’apertura di una valvola di sicurezza dell’impianto per la produzione di urea di Yara, società che produce fertilizzanti insediata nel nostro petrolchimico.

L’evento, come si legge nel sito internet del Consorzio IFM, è accaduto alle 14.15: dalla valvola di sicurezza sarebbe fuoriuscita una piccola quantità di ammoniaca, non vi sarebbero pericoli per la salute.

 In serata un comunicato di Arpa confermava le cause della fuoriuscita e preannunciava ulteriori accertamenti:

ARPAE ha eseguito nel pomeriggio odierno un sopralluogo presso YARA: dai primi accertamenti in impianto si è constatato che la fuoriuscita d’ammoniaca è avvenuta a seguito dell’intervento di una valvola di sicurezza inserita nell’impianto di produzione Urea che si aperta per sovrappressione in impianto a causa di un guasto strumentale. L’inconveniente di breve durata rientra nell’attivazione dei dispositivi di sicurezza. L’impianto è in fase di fermata e non appena sarà ovviato il guasto potrà ripartire.

Non appena pervenuta la relazione dettagliata da parte del gestore, ARPAE completerà gli accertamenti al fine di stabilire con precisione le cause dell’accaduto, verificandone la corrispondenza con quanto riportato in Autorizzazione ministeriale, in caso contrario scatteranno le sanzioni per il gestore”

Proprio oggi, spiega il comunicato di ARPA Emilia Romagna, sono stati effettuati anche sopralluoghi all’impianto GP10 di Versalis, in cui si sono recentemente verificati frequenti interventi dei dischi di rottura causati da sovrapressione: “Tecnici ARPAE hanno eseguito un sopralluogo all’impianto medesimo attualmente in regime di  marcia controllata, nel corso del quale hanno verificato l’andamento delle procedure messe in campo dal gestore, raffrontate con le autorizzazioni, senza rilievi di irregolarità o inottemperanze alle prescrizioni”

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,908 seconds.