PISA-SPAL: le pagelle di Beppe

spal-vicariVicari e Arini top, ok anche Antenucci

BRANDUANI 6. Mai impegnato, se si eccettua un maldestro tentativo di rinvio mal riuscito di Vicari dove è comunque attento e non si fa sorprendere. Bene nell’ordinaria amministrazione.
GASPARETTO 6,5. Bene complessivamente tutta la retroguardia, dopo una serie di gare tutt’altro che irreprensibili. Il capitano di giornata dalla sua parte concede nulla, costringendo Eusepi a girare al largo.
VICARI 7. Il salvataggio in acrobazia sullo stesso Eusepi solo davanti alla porta vale come un gol. Guida bene il reparto arretrato, nonostante ancora qualche sbavatura soprattutto in fase di avvio dell’azione.
CREMONESI 6. Non commette errori decisivi, ma lascia troppo spazio a Varela in occasione della sponda aerea nell’occasionissima pisana. Altra pericolosa disattenzione anche nella ripresa; il meno sicuro del pacchetto arretrato.
LAZZARI 6. Questa volta è Mannini a doverlo rincorrere, soprattutto nel primo tempo quando impegna severamente Cardelli con un diagonale che subisce una velenosa deviazione al termine di un’azione personale, cala nella ripresa.
DEL GROSSO 6. Meno appariscente rispetto alle precedenti prestazioni. Attento a chiudere ogni varco sulla corsia di appartenenza, rinunciando a sganciarsi con maggiore frequenza, gara senza errori.
CASTAGNETTI 5,5. Un passo indietro rispetto alla prestazione precedente, da lui ci si attende l’imbeccata verticale che innesca le punte, soprattutto quando disponi di due scattisti come il tandem offensivo schierato in questa occasione. Nel suo ruolo occorre maggiore presenza e personalità nel vivo del gioco, poiché le doti tecniche non gli mancano. Diligente in fase di copertura.
SCHIATTARELLA 6. Più quantità che qualità per lui all’Arena Garibaldi, anche se un suo diagonale su scarico di Lazzari, nel primo tempo ha lambito il palo con portiere avversario battuto. Lui si è sempre nel vivo del gioco, non facendo mai mancare il proprio contributo.
MORA 6,5. Ecco uno su cui puoi sempre contare. Determinato grintoso, a volte troppo arruffone, ma lui è sempre tra i protagonisti. Sfortunato quanto abile nell’occasione del rigore a suo danno non concesso: bravo a mettere fuori causa Lisuzzo con una finta a rientrare, che poi rialzandosi lo abbatte al momento di concludere a rete, venendo assurdamente graziato dal direttore di gara.
ANTENUCCI 6,5. Non sempre nel vivo del gioco, anche perché poco servito, riesce comunque a farsi trovare pronto nei momenti chiave: dopo pochi istanti è già pericoloso impegnando Cardelli alla difficile deviazione in corner. Decisivo nel gol, nato da una sua pregevolissima percussione verticale, terminata con il preziosissimo servizio per l’accorrente e smarcato Arini che ha consentito il primo trionfo fuori casa stagionale.
FINOTTO 5,5. Preferito alla fine al compagno di reparto Zigoni, non riesce ad incidere sul match, ci prova in un’unica occasione facendosi respingere dalla difesa la conclusione.
ARINI 7. Decisivo. Pochi minuti sono sufficienti per realizzare l’impresa che potrebbe rivelarsi la svolta in positivo del campionato per i biancazzurri. Inizalmente relegato in panchina, ma capace di interpretare nel migliore dei modi il compito di chi subentra a gara in corso, riuscendo a fornire un contributo determinante.
ZIGONI SV. Entra nei minuti finali in tempo per partecipare alla festa in campo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
144 queries in 1,656 seconds.