Pomposa: la conta dei danni

pomposa danni“Nei prossimi giorni effettueremo un sopralluogo tecnico nell’area che è stata teatro dell’esplosione, per tutte le necessarie verifiche. Attualmente l’area è, come si può immaginare, sotto sequestro giudiziario per consentire le indagini.”.

Chi parla è il sindaco di Codigoro Rita Cinti Luciani, due giorni dopo la fuga di gas che, provocando un incendio, ha distrutto tre chioschi nell’area dell’Abbazia di Pomposa.

Non c’è ancora una vera e propria stima dei danni determinati dall’esplosione. Tra i titolari delle attività commerciali dell’area c’è però preoccupazione: lo spiega bene Alessandro Osti, direttore di Confesercenti, associazione a cui fa capo la maggior parte delle attività dell’area: “si teme spiega Osti – sia l’impatto psicologico che l’incidente può avere sulla potenziale clientela dell’area, sia il fatto che le attività, in questo momento, sono tutte ferme per rendere possibili gli accertamenti ordinati dalla Procura. Sono ferme non solo le attività direttamente coinvolte dall’incidente, ma anche le altre. Tutto ciò considerando che la nuova stagione turistica è già cominciata”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,213 seconds.