Ponte sul Po chiuso dal 18 maggio. Le alternative

ponte-po-pontelagoscuroChiuderà il 18 maggio il ponte sul Po che collega Ferrara con Santa Maria Maddalena. Da quel giorno infatti partirà il cantiere Anas per mettere in sicurezza la struttura.

Un cantiere importante che non permetterà il passaggio a senso unico data la mole degli interventi che devono essere eseguiti.

Un’opera importante per la sicurezza di chi tutti i giorni lo attraversa, da un lato, un disagio notevole per chi invece tutti i giorni lo percorre per motivi di lavoro. Così i comuni interessati, Ferrara e Occhiobello, con i rispettivi sindaci e amministratori stanno cercando di fare di tutto per capire quanto durerà esattamente il cantiere e se ci sono delle soluzioni alternative per arginare questo disagio. Anas infatti a tutt’oggi non ha ancora dato tutte le risposte avanzate dai due Comuni interessati dalla chiusura della strada.

Il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani ha chiesto una turnazione dei lavori anche di notte per ridurre al minimo i tempi di chiusura del collegamento. Il consigliere regionale del Pd, Paolo Calvano, con una sottoscrizione anche della collega Marcella Zappaterra, hanno già presentato un’interrogazione al consiglio dell’Emilia-Romagna affinché si chieda alla società Autostrade di rendere gratuito il tratto che va da Ferrara Nord a Occhiobello.

Pressioni per ridurre al minimo il disagio arrivano anche dal fronte Veneto. Il sindaco, Daniele Chiarioni infatti ha interpellato tutte le istituzioni perché si renda gratuita l’autostrada l’unico collegamento fra Santa Maria e la città di Ferrara.

La chiusura del ponte è stata programmata nel corso dei mesi in cui le scuole chiudono, ma il collegamento dei mezzi pubblici, come riporta oggi il quotidiano la Nuova Ferrara, a causa delle deviazioni che subirà si stima abbia un costo di 150mila euro e se i lavori andranno oltre il periodo stabilito e saranno in corso anche durante la riapertura delle scuole, ogni settimana in più costerà 15mila euro di trasporti pubblici.

Per facilitare il transito in Autostrada, in previsione dell’intenso traffico, sopratutto di camion, si sta valutando l’ipotesi di estendere il provvedimento che è già in vigore sulla A13 nel tratto che va da Bologna a Ferrara del divieto di sorpasso per i mezzi che superano le 12 tonnellate.

2 Commenti

  1. pensate che non ci sarà coda per entrare in autostrada ?
    si pensi a costruire un ponte o a raddoppiare questo

  2. Un ponte temporaneo senza camion costruito dal Genio pontieri non sarebbe fattibile ? Sarebbe una buona idea ….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
133 queries in 1,188 seconds.