Ponte sul Po tra Ferrara e Rovigo ‘chiuso’ ai mezzi pesanti

ponte-ponte-ppPraticamente ‘chiuso’ ai mezzi pesanti il ponte sul Po che collega Pontelagoscuro e Santa Maria Maddalena.

La decisione è stata presa con una ordinanza dall’Anas, che gestisce l’infrastruttura che collega Veneto ed Emilia-Romagna, e si parla di una “imminente manutenzione straordinaria del ponte”. L’alternativa, per i mezzi pesanti è la A13, con il pagamento del pedaggio autostradale.

Ha avuto decorrenza immediata l’ordinanza he ha decretato lo stop al transito dei mezzi pesanti sul ponte del Po che collega S.Maria Maddalena e Ferrara. La misura è stata presa dall’Anas, società che gestisce l’infrastruttura, dopo alcune segnalazioni di amministratori (come ad esempio il sindaco di Occhiobello) e politici del polesine, che mettevano in risalto il ‘veloce degrado del ponte‘ crocevia importantissimo tra il rodigino e il ferrarese.

L’ordinanza prevede che i mezzi con massa complessiva compresa tra le 44,01 e le 108 tonnellate, potranno attraversare il ponte solo rispettando determinati vincoli: ovvero passare a senso unico alternato, accompagnati da ‘scorta tecnica’, alla velocità di cinque chilometri orari, transitando al centro della carreggiata e, nei giorni feriali, solo in orario notturno compreso tra le 22 e le 6.

ponte-po-pontelagoscuroA lo scorso febbraio il ponte era stato chiuso per la rottura d’un giunto, poi riaperto dopo le rassicurazioni del compartimento bolognese dell’Anas, su una manutenzione straordinaria da realizzare a primavera del 2017. Un intervento che, a quanto pare, potrebbe essere anticipato nelle prossime settimane visto che nel provvedimento firmato dal capo compartimento Anas si parla di un ‘prossimo avvio’ di una specifica manutenzione straordinaria al ponte. Solo una decina di giorni fa, sulla banchina nei pressi di S.Maria Maddalena, si era formata una spaccatura del terreno, obbligando il Comune di Occhiobello a chiudere l’ingresso della sua frazione attraverso Via Bassa e Via Malcantone, a chi proviene da Ferrara e Rovigo.

L’ordinanza di queste ore avrà ripercussioni importanti su tutto il traffico merci che quotidianamente utilizza il Ponte per spostarsi tra il Veneto e l’Emilia-Romagna e che in alternativa potranno utilizzare l’infrastruttura sull’A13, con il conseguente pagamento del pedaggio autostradale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,170 seconds.