Prezzi fermi, crollo dei consumi

Aumenta il prezzo del GPL, diminuisce anche se di pochissimo il costo della benzina. Aumenta il prezzo degli alimentari (0,3% in più rispetto al mese di ottobre) mentre scendono – di pochissimo, 0,2% – i costi per la casa: riscaldamento e affitti, in particolare.

Sono queste le principali variazioni che tra ottobre e novembre hanno interessato il costo della vita a Ferrara, secondo le anticipazioni diffuse dall’ufficio statistica del comune. In crescita sensibile (più 1,3%) anche i costi legati alle comunicazioni, dovuti però soprattutto a un aumento del prezzo dei telefoni cellulari.

Rispetto a un anno fa, tuttavia, il costo della nostra vita è aumentato del 2,4%, con punte più elevate per quanto riguarda l’energia e il riscaldamento delle nostre case – che hanno subito aumenti tra il 10 e il 16% – e i carburanti delle mostre auto – che in un anno hanno subito aumenti tra il 10 e il 20%.

Complessivamente, siamo di fronte a uno scenario di inflazione stazionaria, con i prezzi che subiscono minime variazioni e tutto ciò soprattutto a causa di una forte riduzione dei consumi che si rifletterà sostiene la coldiretti, anche sulle spese Nalizie. Si parla di previsioni di spesa per regali, cibo e divertimento che e’ stimato in calo del 3,7 per cento, con effetti negativi sulle opportunità di ripresa dell’economia.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=842ff97f-4ca8-491a-bd67-3ad8a57310e3&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
131 queries in 1,068 seconds.