Il Po di Pupi Avati: intervista “A tu per tu”

La foce del Po, il Bosco della Mesola, le valli lungo la costa hanno ispirato diversi registi, fatto da cornice scenografica a molti film del’900.

Fra questi Pupi Avati, che ha scelto questa parte estrema della pianura padana come ambientazione dei suoi film thriller – horror ,ma anche di commedie e racconti favolosi di una vita di provincia, che non c’è più e forse è stata solo nella fantasia del regista.

Che cosa trovava in questi paesaggi, Pupi Avati lo disse in una lunga bella intervista fatta da Renzo Renzi, prestigioso critico cinematografico dell’epoca, che a metà degli anni ‘90 Anna Quarzi, presidente dell’Istituto di Storia contemporanea di Ferrara e Carlo Magri, regista e docente Unife organizzarono per raccogliere testimonianze di grandi registi che poi sarebbero confluite in un documentario sul Po realizzato con Laura Gavioli.

Vedrete brani inediti di quell’intervista in una puntata di A tu per tu, condotta da Dalia Bighinati, che andrà in onda sabato sera e il 25 aprile alle 23.30

Tags: ,

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
140 queries in 1,464 seconds.