Rapina al Mediaworld, i banditi sono entrati con pistola e kalashnikov

Rapina lampo al Mediaworld, vicino al casello di Ferrara Nord, nel tardo pomeriggio. I ladri, una banda di quattro persone, hanno agito all’interno del megastore dopo le 18,30. I malviventi, dalle prime testimonianze raccolte dalla polizia di Stato direttamente sul luogo, avrebbero fatto irruzione nel negozio e minacciato i presenti impugnando diverse armi, fra le quali alcune pistole e probabilmente anche un mitra. 

Tre dei quattro rapinatori sarebbero entrati minacciando i clienti che erano presenti al momento del ‘colpo’ e subito avrebbero chiesto alla cassiera di consegnare il denaro. A quel punto uno dei rapinatori con la pistola in mano avrebbe cercato di forzare il cassetto contente i soldi. Il malvivente ha colpito ripetutamente la cassa con l’arma. Azione questa che avrebbe impaurito i clienti che per alcuni momenti hanno pensato che si fosse aperta una sparatoria. Una donna, per lo spavento, sarebbe anche stata colta da malore.

I ladri, a volto coperto e indossando i guanti,  hanno agito nel giro di pochi minuti, dai 3 a 5 al massimo, avrebbe rilevato la polizia di stato, immediatamente giunta nel luogo della rapina. I testimoni hanno raccontato che con i tre malviventi c’era anche una quarta persona che li attendeva all’esterno, molto probabilmente il palo della banda.

Il quarto uomo, mentre i complici agivano all’interno del negozio, li attendeva a bordo di un’auto, un’Audi di colore scuro, pronta per la fuga. Gli agenti  hanno poi effettuato i rilievi del caso e ascoltato alcuni testimoni per raccogliere le prime e sommarie informazioni su come si sarebbe svolta la rapina. I malviventi potrebbero essere di nazionalità diverse. Alcuni di nazionalità italiana, ma fra di loro potrebbero esserci anche degli spagnoli. Ora gli inquirenti indagano a tutto campo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,226 seconds.