Gestione rifiuti Alto Ferrarese: accordo raggiunto dall’assemblea dei soci Clara – VIDEO

Conciliare le esigenze dei cittadini con quelle di Clara spa, Società che gestisce la raccolta dei rifiuti in 19 dei 21 Comuni della Provincia di Ferrara.

Questo l’obiettivo dell’Assemblea dei soci, convocata per oggi, lunedì 15 luglio sul tema della rimodulazione dei servizi nel bacino ovest, dopo i diversi passaggi condotti dai sindaci dell’Alto Ferrarese sulla questione della raccolta porta a porta dei rifiuti.

Il punto della controversia per 4 Comuni : Cento, Terre del Reno, Bondeno e Poggiorenatico, era il passaggio deciso da Clara di lasciare quindicinale anche nei mesi estivi a partire dal 1° luglio di quest’anno la raccolta della plastica, che, invece, negli anni scorsi era settimanale.

Il punto d’incontro trovato dall’Assemblea con soddisfazione dei primi cittadini di Cento, Fabrizio Toselli, Bondeno, Fabio Bergamini, Poggio Renatico, Daniele Garuti, e Terre del Reno, Roberto Lodi, si concentra su due questioni: la prima riguarda il conferimento di pannolini/pannoloni/presidi sanitari usa e getta, che verrà potenziato con frequenza settimanale su richiesta del ritiro domiciliare e con il mantenimento delle calotte stradali. La seconda riguarda, appunto, il conferimento della plastica, diventato quindicinale dal 1° luglio, ma che diventerà settimanale a partire dal prossimo mese di settembre per l’intero anno.

Una modalità che punta a dare modo a Clara di attivare tutte le azioni volte a modificare, incrementandolo, il servizio, che evidentemente necessiterà di valutazioni e dell’integrazione di nuovi operatori. L’assemblea ritiene, infatti, che a fronte di un sovrappiù di circa 50 addetti del settore amministrativo, ci sia la necessità di incrementare gli addetti alla raccolta.

Barbara Paron, Sindaco di Vigarano Mainarda, raggiunta al telefono, in quanto fuori sede, si dice dispiaciuta di essere tenuta fuori dal novero dei Sindaci dei Comuni dell’Alto Ferrarese: “Mi vogliono isolare perché Sindaco di una Giunta di Centrosinistra, ma quando discutiamo in assemblea dell’interesse dei cittadini, il colore politico dovrebbe essere lasciato da parte”.

 

 

N.d.r.

Nata nel 2017 dalla fusione di AREA e CMV , Clara è l’azienda di proprietà dei comuni soci in cui opera, che mantengono così il controllo pubblico di questo servizio essenziale, garantendo al territorio un riferimento sempre vicino e attento alle esigenze delle persone che ci vivono.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
131 queries in 1,109 seconds.