Rifiuti, Tagliani replica al M5S

taglianiRisponde ai Cinque Stelle con un post su Facebook il sindaco Tiziano Tagliani sulla questione rifiuti.

I pentastellati dopo l’approvazione del Regolamento per la tariffa puntuale dei rifiuti che è avvenuta lunedì in consiglio comunale e forti del risultato elettorale delle recenti elezioni politiche, hanno chiesto al sindaco in qualità di presidente dell’Agenzia Regionale per i servizi rifiuti, Atersir di non indire nessuna gara di affidamento rifiuti visto che il suo mandato è in scadenza, così come hanno ribadito la stessa richiesta di non idnire la gara per il contratto di servizio per i rifiuti alla giunta estense che è in scadenza in vista delle amministrative 2019.

“C’è una legge che mi impone di fare le gare – afferma Tagliani mandando un messaggio chiaro e forte ai pentastellati -. Una legge – aggiunge – che impone agli amministratori di provvedere il prima possibile a regolamentare servizi di pubblica utilità come sono quelli dei rifiuti” E Talgiani fa poi l’elenco dei comuni che in regione necessitano di una gara affinché il servizio di raccolta dei rifiuti: Modena, Bologna, Piacenza sono infatti città che vedono l’incarico di affidamento scaduto già da tempo.

Il sindaco poi aggiunge: “Atersir invece ha effettuato un affidamento in house alla società Alea per Forlì e Parma”aggiunge il sindaco sottolineando che si tratta di gare molto complesse che avvengono su base europea.

Il sindaco in qualità di presidente di Atersir inoltre alla domanda se esiste una norma che possa in un qualche modo escludere Hera nelle gare dei prossimi affidamenti regionali, risponde: “Non mi risulta che ci sia nessuna legge che possa impedire questo e sarei molto curioso di sapere se ad altri risulta”.

  • Mercoledì 14 marzo ore 17

Regolamento rifiuti, M5S: “Ci hanno bocciato la proposta di inserire un cittadino nell’Osservatorio”

m5s movimento 5 stelleSono 34 gli emendamenti che il Movimento Cinque Stelle ha presentato in consiglio comunale lo scorso lunedì in occasione della discussione del nuovo Regolamento per la tariffa puntuale dei rifiuti.

A parte un paio di punti, accolti dalla maggioranza, infatti le osservazioni che i pentastellati portavano davanti alla discussione assembleare non sono state accolte. Così in una nota giunta in redazione affermano: “La battaglia sul Regolamento è iniziata” dichiarano e vanno spiegando che in realtà la maggioranza consiliare ha bocciato tutta una serie di proposte di modifica al nuovo regolamento che i Cinque Stelle avevano raccolto dalle osservazioni dei cittadini attraverso il comitato “Mi rifiuto”.

“Avevamo chiesto un sistema di aiuto per disabili ma ci è stato bocciato, così come ci è stato bocciata l’idea di inserire all’interno dell’Osservatorio rifiuti, che costa 150mila euro l’anno – affermano i pentastellati – gli stessi cittadini perché potessero proporre e al contempo vigilare”.

I pentastellati poi vanno oltre e mandano anche un monito al sindaco Tiziano Tagliani, attuale presidente dell’Agenzia regionale per i Rifiuti e i servizi idrici, l’agenzia che appalta il servizio dei rifiuti, e alla stessa giunta estense che approva, invece, l’avvio di gara per il contratto di servizio di non fare nulla alla fine del mandato di entrambe le cariche ma di lasciare il compito a chi succederà al nuovo presidente di Atersir e alla nuova giunta di Ferrara.

I pentastellati inoltre mandano un messaggio ai cittadini.

“Ricordatevi – dicono i Pentastellati – di fare almeno un conferimento all’anno – scrivono i Cinque Stelle nel comunicato perché altrimenti pagherete una penale. Perché – sostengono – se non si fanno rifiuti si paga comunque una penale”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
130 queries in 1,486 seconds.