Rievocazioni storiche, Carnevale e Palio. Ecco la legge regionale dell’Emilia-Romagna

Marcella Zappaterra

Una legge per garantire regole trasparenti e condivise per premiare le realtà, anche con contributi, che si impegnano con passione e dedizione sul territorio. Questo l’obbiettivo della legge regionale dedicata alle rievocazioni storiche approvata oggi, dall’assemblea legislativa, con voto favorevole di Pd, SI e Lega e l’astensione di M5S, FdI-An e Forza Italia

Con questa legge, di iniziativa dei consiglieri del Partito Democratico dell’Emilia-Romagna, verrà istituito un elenco regionale delle associazioni, siano esse borghi, rioni o contrade, e un calendario annuale delle manifestazioni storiche.

“Per accedervi sarà necessario avere alle spalle una regolarità di svolgimento di almeno dieci anni. Annualmente la Regione mette a bando anche contributi destinati da un lato all’organizzazione degli eventi, dall’altro a progetti di conservazione e restauro del patrimonio costituito da costumi e attrezzature utilizzati nelle manifestazioni. Nel bilancio di quest’anno sono previste risorse per 150mila euro”

“È una grandissima soddisfazione e un importante traguardo. Il percorso per arrivare al voto di oggi è stato lungo ma basato sul confronto costruttivo con il mondo dell’associazionismo che fa da collante a una fitta rete di eventi che danno lustro al territorio e che si rivelano come vere attrazioni per un turismo di nicchia, quel turismo slow che apprezza tradizioni e cultura -sottolinea Marcella Zappaterra, prima firmataria della legge- Oltre alla qualità degli eventi sosteniamo il volontariato che durante tutto l’anno svolge una vera e propria azione di coesione sociale attorno all’organizzazione di questi momenti”.

“Collegata alla legge regionale abbiamo anche presentato una risoluzione che chiede una particolare attenzione ai carnevali storici. – conclude la consigliera democratica – A Ferrara e nella nostra provincia, grazie ad un tessuto associativo radicato, vivace e solidale, si realizzano eventi il cui valore va ben oltre la singola manifestazione: si tratta di elementi di tradizione, cultura, spettacolo e che spesso hanno un richiamo turistico internazionale. Sono sicura che con la nostra legge si dia pieno riconoscimento a queste bellissime realtà”.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
137 queries in 1,201 seconds.