Sagra dell’Anguilla: il Giappone protagonista a Comacchio

anguillaSecondo weekend a Comacchio per la Sagra dell’Anguilla: oltre alla cucina tipica, anche ricette giapponesi, tour per le valli e iniziative culturali.

Entra nel vivo il secondo weekend della Sagra dell’Anguilla, l’appuntamento gastronomico più atteso di Comacchio, giunto alla sua diciannovesima edizione.

Dopo l’esordio di sabato 30 settembre con un pubblico numeroso già dall’ora di pranzo, l’iniziativa – che per la città lagunare rappresenta anche un evento che unisce cultura e tradizione – guarda ad oriente.

Ogni sabato e domenica fino al 15 ottobre allo Stand Gastronomico di Argine Fattibello, oltre a tanti piatti della cucina locale si può degustare “Una Don”, tipica ricetta giapponese a base di anguilla e riso, che verrà preparata dai ragazzi dell’istituto alberghiero “Remo Brindisi” di Lido degli Estensi, protagonisti tutte le sere alle 20.00 anche di una rubrica in onda su Telestense. Tra pranzi, cene e degustazioni, tuttavia, sarà un weekend in continuo movimento.

Molto fitto il calendario di passeggiate ed itinerari guidati, fra le quali spiccano le escursioni in Salina, la “Pedalata Gourmet” ed i tour gratuiti con Padre Gian Pio al Santuario di Santa Maria in Aula Regia. Nel pomeriggio, oltre al tour alla “Finestra dei Fenicotteri”, alle 16,30, la passeggiata guidata con Luciano Boccaccini fra aneddoti, curiosità, storia e leggende di Comacchio. La domenica poi, itinerari che alternano barca e bicicletta, i tour guidati in canoa nelle valli, le ciclopasseggiate fino alla vecchia Salina e ‘transfer’ in barca dal centro storico a Stazione Foce, oltre alla “Pedalata degli Antichi Mestieri e Tradizioni Comacchiesi”.

sagra anguillaPer quanto riguarda laboratori e degustazioni, appuntamento – a Stazione Foce alle 9,30 ed alle 10,30 alla Manifattura dei Marinati – con la dimostrazioni guidate di cattura e spiedatura dell’anguilla. Da mezzogiorno, aprono invece la “Risotteria del Delta” nel Cortile di Palazzo Bellini ed in via Agatopisto la “MaxiVongolata” con il ‘padellone’ della Pro Loco di Goro.

Nel pomeriggio, prima delle gare dei vulicepi, alle 16 in piazzetta Trepponti la compagnia teatrale “Al Batal” proporrà la rappresentazione in dialetto locale “Fiocine e Anguille”, mentre per gli appassionati di mostre e mercatini, vi saranno bancarelle di alimentari, artigianato, manufatti artistici, cose d’altri tempi.

Durante i weekend della Sagra dell’Anguilla, infine, anche la cultura è protagonista: il Museo Delta Antico – che dalla scorsa settimana ospita anche una preziosa tela del Guerino – sarà aperto il sabato dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 22.00; la domenica con orario continuato dalle 9.30 alle 18.30.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
142 queries in 1,572 seconds.