Ministro Salvini a Ferrara: “Sarò qui spesso” – INTERVISTA

Piano di potenziamento della sicurezza a Ferrara allo studio, più di 50 mila euro dal Ministero in arrivo per la sicurezza nelle scuole a Ferrara e un Ministro dell’Interno che, dice Salvini, sarà spesso in città prossimamente anche per firmare  protocolli sulla legalità.

Queste le promesse del vice premier, Ministro dell’Interno e segretario della Lega, Matteo Salvini, oggi a Ferrara per una visita istituzionale alle più alte cariche cittadine (durante la quale ha conosciuto personalmente i nuovi membri della nuova Amministrazione comunale) e, successivamente, in piazza, per ringraziare i ferraresi che hanno votato Alan Fabbri più di un mese fa, un sindaco di centro-destra dopo oltre 70 anni di governo di centro sinistra.

 

 

Sul “Russiagate italiano“, Salvini ha detto di confidare nella Magistratura di Milano che ha aperto un’inchiesta sul caso. Sul fronte immigrazione, il vice premier ha sostenuto che la sua politica sta ripagando col calo degli sbarchi che, a suo dire, si tradurrebbe “in 1,5 mld di euro da investire sulle forze dell’ordine”. Ha sorriso invece alla domanda sulla capitana della Sea Watch, glissando l’argomento. Elezioni regionali, che si terranno in Emilia-Romagna a novembre: Salvini è convinto che vincerà il centro-destra (“Ferrara ne è un esempio”) e auspica che venga decisa presto la data delle elezioni, che siano il prima possibile il suo desiderio.

salviniFinite le domande dei giornalisti, una piazza Municipale blindata (imponente lo schieramento di forze dell’ordine)ha accolto il segretario della Lega che è sceso alle 18.45 in piazza Municipale dove c’erano centinaia di ferraresi ad attenderlo.

Ad aprire il comizio organizzato dalla Lega ferrarese, il neo sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, il quale ha ringraziato chi ha lavorato sabato mattina per ripristinare i danni provocati dal maltempo nella città estense.

Tornando sul suo mandato da sindaco, “dovremo essere bravi per i prossimi cinque anni per farci rieleggere dai ferraresi” ha poi aggiunto ringraziando i suoi sostenitori.

Disappunto invece da parte della minoranza rappresentata dal Partito Democratico e dalle liste collegate alla candidatura a sindaco di Aldo Modonesi. Dario Maresca, consigliere d’opposizione e vice presidente del Consiglio Comunale di Ferrara, ha detto che lui e tutta la minoranza non sarebbero stati invitati ufficialmente in Municipio dall’Amministrazione in occasione di questo momento istituzionale della visita del Ministro dell’Interno a Ferrara.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
136 queries in 1,311 seconds.