Sanità: nuovo piano provinciale per la riabilitazione

basaglia riabilitazione

Una rete provinciale che prevede anche la riabilitazione estensiva: E’ il programma provinciale che dovrebbe partire in autunno e che prevede posti letto specifici gestiti da fisiatri e medici specialisti in riabilitazione

E’ quanto emerso durante l’incontro tra il primario del S.Giorgio e i familiari di Paolo Cazzanti. Un Programma Provinciale Unico probabilmente coordinato dallo stesso Basaglia, per il quale ci sarebbero già persone e risorse

Per il musicista ferrarese, affetto da Polineuropatia, serve un piano assistenziale infermieristico importante, ha spiegato il primario del S.Giorgio. Serve riabilitazione estensiva che al momento non si effettua in nessuna struttura della provincia di Ferrara.

Ma la conferenza socio-sanitaria di alcune settimane fa, nel piano di riorganizzazione della sanità 2013-2016 ha rispolverato, ed approvato, un progetto di rete della riabilitazione provinciale. Uno studio che lo stesso Basaglia aveva presentato una decina di anni fa, all’allora direttore Foglietta, ma che per motivi vari non è mai stato attuato: la grande crisi economica ed i tagli sulla sanità hanno fatto si che, per ottimizzare i servizi, quel progetto possa, forse, finalmente vedere la luce

Durante recenti incontro tra il primario del S.Giorgio e la direzione asl di Via Cassoli è emerso che sarebbero già disponibili personale e posti letto che, secondo il progetto, dovranno essere gestiti nel tipo e nella durata del ricovero, esclusivamente dai fisiatri e medici specialisti in riabilitazione. Uno progetto che potrebbe essere coordinato proprio dallo stesso Basaglia e che vedrebbe in futuro anche l’apertura del reparto di lungodegenza riabilitativa intensiva all’ospedale del Delta di Lagosanto con 12 posti letto.

%CODE%

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,104 seconds.