Sant’Anna, il contenzioso per le opere di Renzo Melotti – Video

opere melottiUna donazione che rischia di finire male se il donatore, Renzo Melotti non troverà un accordo con chi ha ricevuto la donazione: l’azienda ospedaliera universitaria S’Anna.

Il contendere sono i quadri di Renzo Melotti che dal 2000 furono esposti nell’anello del vecchio Sant’Anna, dopo la donazione di Melotti.

I problemi iniziano nel 2012, quando il trasferimento dell’intero nosocomio nella nuova struttura di Cona ha creato un contenzioso fra Melotti e l’azienda ospedaliera che per mancanza di fondi, circa 80mila euro, non ha potuto trasferire i quadri dalla vecchia alla nuova sede dell’ospedale.

Così Melotti si è rivolto al tribunale che con una sentenza di pochi mesi gli risponde che di fatto la stessa amministrazione dell’ospedale deve restituire tutti i quadri che furono donati con la clausola che “la donazione era valida se le opere sarebbero state esposte”.

Nel frattempo Melotti però fa un’altra denuncia: all’appello infatti mancano infatti 19 opere che a suo tempo furono donata all’ospedale.

“Non sono 19 ma 13 le opere che mancano all’appello – fa sapere il Sant’Anna – una scomparsa – precisa lo stesso Sant’Anna – che è stata regolarmente denunciata e molto prima che lo facesse lo stesso Melotti”.

Melotti a quel punto ha scritto al nuovo direttore dell’azienda ospedaliera, Tiziano Carradori che alcune settimane fa ha incontrato Melotti senza però potergli dare una risposta certa sull’eventuale esposizione dei quadri nel nuovo ospedale.

La direzione infatti deve effettuare uno studio preventivo di quanto viene a costare il nuovo trasferimento. Le opere infatti necessitano di essere trasportate con determinate garanzie e modalità di un certo tipo che possono risultare molto costose e in tempi di spendig review anche costi come questi devono essere ben ponderati.

[flv image=”http://www.telestense.it/img-video/opere-melotti-1.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/02-opere-melotti_20150611175207.mp4[/flv]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
132 queries in 1,772 seconds.