Scassinatore seriale tenta il furto in abitazione ma viene visto. Arrestato dalla Polizia – VIDEO

In due, muniti di un cacciavite a taglio lungo 35cm per meglio scassinare la serratura della porta d’ingresso.

Un tipo di chiusura della porta, quella presa di mira che per un ladro esperto necessita di circa 20 minuti di tempo per poter essere forzata.

E’ quello che avrebbero voluto fare i due ladri che hanno cercato di entrare in una casa di via della Siepe, in città, ieri sera, verso le 17,30. Grazie tuttavia a una segnalazione giunta al 113 uno dei due ladri, un croato di 40 anni, residente a Crespino e padre di famiglia, nonostante la sua stazza, un uomo di 104 chili, è stato arrestato e ora si trova rinchiuso in carcere con l’accusa di tentato furto, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

Due dei quattro agenti infatti al momento dell’arresto del ladro sono stati aggrediti e per questo sono finiti in ospedale e ne avranno per qualche giorno. I dettagli dell’arresto sono stati forniti questa mattina in questura da parte del commissario capo dell’ufficio volanti, Luciana Fusco.

Dai rilievi e le testimonianze raccolte dalla polizia quasi sicuramente i due ladri avevano fatto un sopralluogo della zona e probabilmente si erano anche appostati per controllare le abitudini dei titolari dell’abitazione, intestata a una donna di 43 anni che in quella casa vive con il marito. I proprietari infatti sono usciti di casa alla 17,10 mentre la segnalazione al 113 è giunta alle 17,25.

Gli inquirenti dunque non escludono che i due fossero in zona e stessero aspettando il momento giusto per entrare. L’uomo arrestato già noto alle forze dell’ordine del polesine per aver fatto altri furti in abitazione, inoltre, era stato colpito anche da un provvedimento orale del questore di Rovigo che gli limitava la sua circolazione. Un furto sventato grazie alla collaborazione dei cittadini con le forze dell’ordine. Per questo la dirigente dell’ufficio volanti fa un invito alla cittadinanza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
146 queries in 1,324 seconds.