Scuola, i giovani preferiscono gli istituti tecnici e professionali. Tengono i licei

scuola_1

Scuola, sempre più ragazzi scelgono di iscriversi ad istituti tecnici e professionali. Tengono comunque i licei, anche se i più gettonati sono quelli ad indirizzo scientifico o linguistico.

Sono sempre più i giovani che, forse complice anche la crisi, puntano ad avere un lavoro subito una volta diplomati. Lo si capisce dalle loro scelte per il prossimo anno scolastico 2014/2015 che registra, per Ferrara, ma il resto della Regione è in linea, il 55,4% di studenti iscritti alle scuole tecniche o professionali.

A dirlo è l’ufficio regionale della scuola che pubblica i dati che caratterizzano il nuovo anno scolastico che si aprirà a metà settembre, per le classi prime degli istituti superiori dell’intera Emilia-Romagna.

A livello nazionale i licei vengono scelti dal 50,1% dei ragazzi, in regione invece ad avere la maggioranza degli iscritti sono, insieme, istituti tecnici e professionali. A Ferrara i licei conquistano un punto percentuale in più rispetto all’anno scorso con il 44,7% di iscrizioni, perdono qualcosa gli istituti scuolatecnici, scelti dal 31,6% dei neo studenti, mentre aumentano di poco le iscrizioni per gli istituti professionali con il 23,8% di preferenze.

“Anche quest’anno si registrano in regione dati positivi per l’istruzione tecnico-professionale” – commenta il Vice Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna Stefano Versari – “ciò significa che queste scuole continuano a costituire una attrattiva per coloro che attraverso il conseguimento un diploma tecnico o professionale ambiscono ad entrare nel mondo dell’industria. Non a caso” – prosegue Stefano Versari – “in questi anni gli istituti tecnici e professionali hanno creato importanti collaborazioni con le aziende del territorio formando professionalità in grado di inserirsi nei diversi profili aziendali, seppur in un contesto di grave crisi occupazionale”.

In tutto, ad iscriversi alla scuola media superiore statale e paritaria in provincia di Ferrara sono stati 3178 ragazzi, mentre per le scuole primarie e medie inferiori le iscrizioni sono state 5253, iscrizioni avvenute quasi interamente attraverso la modalità online. Quanto alla suddivisione per indirizzi, il dato regionale vede, per quanto riguarda gli istituti tecnici, una maggioranza per quello tecnico seguito da quello economico. Nei licei la fanno da padrona gli indirizzi scientifici seguiti da quelli linguistici. Interessante infine negli istituti professionali il numero di iscrizioni registrate in regione per l’indirizzo “servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera”, quasi 1500. Un dato che conferma la vocazione turistica dell’Emilia Romagna e l’interesse di giovani e famiglie ad investire nelle professionalità di questo settore.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,497 seconds.